Serie B, stasera Crotone-Reggina: un derby delicato che vale doppio

crotone_regginaTorna in scena il derby di Calabria in serie B, stasera alle 20.30 come posticipo dell’8^ giornata di campionato: Crotone e Reggina si fronteggeranno all’Ezio Scida, probabilmente sotto la pioggia, per una gara già delicata e importante soprattutto per gli amaranto che arrivano da una settimana difficile dopo il k.o. di sabato scorso al Granillo contro il Carpi, e che nelle ultime 4 partite hanno racimolato un solo punto. La società ha messo in discussione Atzori e la classifica sarebbe davvero preoccupante se stasera non arrivasse la vittoria, con la squadra in piena zona retrocessione sia in caso di sconfitta che di pareggio. Ecco, pareggio: da quando Reggina e Crotone sono tornate in serie B, contemporaneamente, 5 anni fa (la Reggina retrocedeva dalla A, i pitagorici venivano promossi dalla C), nei 4 scontri in riva allo Jonio sono venuti fuori solo e sempre dei pareggi, 1-1 quattro anni fa, 0-0 tre anni fa sempre con Atzori in panchina, ancora 1-1 due anni fa e 2-2 lo scorso anno.
E.BogdaL’ultima vittoria della Reggina risale al 2001 (gol di Casale e Bogdani nell’anno della seconda promozione in serie A), mentre i padroni di casa non vincono dal lontanissimo 1976 (sempre 2-1, ma in serie C, quando tra gli anni ’40 e gli anni ’70 Crotone-Reggina era un classico delle categorie minori).
Il Crotone, protagonista di un ottimo avvio di stagione, con una vittoria (ma anche con un pareggio) tornerebbe nuovamente in piena zona playoff, e nell’ambiente è forte la convinzione di essere superiori alla Reggina e di poterla finalmente battere dopo 37 lunghissimi anni.
La Reggina di Atzori, però, vuole rilanciarsi in classifica: una classifica bugiarda rispetto a quanto la squadra ha espresso sul campo nelle ultime giornate, assolutamente da raddrizzare al più presto. Tanti dubbi di formazione per mister, che molto probabilmente tornerà al 3-5-2 e che potrebbe affiancare a Di Michele, in attacco, uno tra Fischnaller, Falco e Louzada per sfruttare la loro velocità in contropiede, lasciando in panchina sia Gerardi che Cocco. A centrocampo dovrebbe tornare Colucci in regia, in mezzo a De Rose e Dall’Oglio, con il deludente Strasser in panchina così come Rigoni. Pochi dubbi in difesa (Benassi, Adejo, Lucioni e Ipsa) e sugli esterni (Maicon a destra e Foglio a sinistra). Maza in rampa di lancio per entrare a gara in corso.