Serie B, Reggina-Empoli 2-1: impresa amaranto, Gerardi e Foglio più forti anche De Troia

gerardiTorna alla vittoria la Reggina nell’anticipo della 9^ giornata di serie B: amaranto in vantaggio con uno straordinario Gerardi a inizio ripresa, poi gli ospiti trovano l’1-1 con Pucciarelli ma nel finale prevale il cuore della Reggina con una grande rete di Foglio che vale i tre punti in una partita di eccezionale intensità, molto combattuta e fortemente condizionata dalle decisioni della terna arbitrale, con sviste clamorose tra cui spicca il gol-fantasma non concesso a Gerardi dal guardalinee, il sig. De Troia di Termoli, nel finale del primo tempo. Come dimostrano le riprese televisive, la palla è entrata di circa mezzo metro!
Al Granillo il clima è quasi surreale nonostante i 4.900 spettatori presenti sugli spalti con un iniziale sciopero del tifo (10 minuti) in curva Sud e le successive contestazioni nei confronti del ds Giacchetta.

LA PARTITA - La squadra amaranto potrebbe passare in vantaggio al 13’, ma Di Michele, a limite dell’area di rigore, invece di puntare la porta inspiegabilmente decide di allargare a sinistra per il defilato Gerardi. La palla viene intercettata dal difensore ospite.

CLAMOROSO – Al 31’ un gol regolare non viene convalidato alla Reggina. Gerardi, ben servito da Foglio, impatta la palla che colpisce la traversa e oltrepassa di un metro la linea di porta. L’arbitro, non aiutato dal guardalinee ed ingannato dal ritorno in campo della sfera, non convalida. Il primo tempo si conclude così, sul risultato di 0-0, con la Reggina che nonostante il gol non convalidato ha senza dubbio fatto di più dell’Empoli.

RETE REGGINA - Avvio di ripresa devastante per la Reggina che al 3’ passa in vantaggio con il solito Geradi che batte Bassi su assist di Di Michele. Per la prima volta dall’inizio del campionato, gli amaranto passano in vantaggio. Sostituito un impalpabile Tavano, l’Empoli prova a reagire con Maccarone, ma Benassi è attento.

GOL EMPOLI – Succede sempre cosi: al primo vero tiro in porta la Reggina viene punita. Pucciarelli ben servito dalle retrovie, esegue uno stop perfetto e batte l’incolpevole Benassi. Dopo il pareggio dell’Empoli, girandole di cambi da entrambe la parti: solita staffetta Cocco/Gerardi, mentre il tecnico ospite Sarri leva l’autore del gol Pucciarelli inserendo un’altra punta Michedlidze. La Reggina potrebbe passare in vantaggio, ma Cocco nel fermare la palla e girarsi ci mette un’eternità e viene fermato dalla retroguardia empolese. Una palla persa a centrocampo da Di Michele dà il via ad una ripartenza dell’Empoli, buon per la Reggina che il cross di Moro non trovi nessun in area di rigore

GOL SBAGLIATO GOL SUBITO – E’ la dura legge del gol! Nel capovolgimento di fronte, la Reggina passa in vantaggio con Foglio che concretizza al meglio una discesa di Maicon che taglia tutto il campo e mette il compagno nelle condizioni di battere a rete. Perfetto il tiro del “numero 7” amaranto. L’Empoli si riversa in avanti, la Reggina “tiene botta” e conquista i tre punti. La Reggio calcistica può tornare a sorridere, e può sorridere più volte perchè la vittoria di stasera è superiore a tutto: alle clamorose sviste arbitrali, all’avversario che è senza ombra di dubbio la squadra più forte di tutto il campionato, e anche all’andamento della gara che ha nascosto molte insidie e momenti di grande difficoltà con il pareggio degli ospiti che poteva valere un grave contraccolpo psicologico. Invece c’è stata anche la reazione vincente. Avanti così!