S.Stefano in Aspromonte (Rc), fervono i preparativi per la XII edizione della Sagra della Castagna

sagra della castagnaFervono, a S.Stefano in Aspromonte, i preparativi per la dodicesima edizione della Sagra della Castagna che si terrà giorno 1 Novembre dalle ore 17,00.
La Sagra oramai è diventata parte integrante dell’identità storica di una comunità e di un paese: è da intendersi come connubio perfetto tra l’autenticità gastronomica e le tradizioni del territorio è espressione della cultura materiale del territorio e ha come obiettivo la salvaguardia, la diffusione e la promozione del patrimonio territoriale: in essa si intrecciano gastronomia, cultura, tradizione ed economia.
Nel corso di questi anni è diventata un tratto caratteristico della cultura gastronomica della Vallata del Gallico e di tutta la provincia reggina, è nata negli anni scorsi con l’esigenza di risvegliare le tradizioni gastronomiche e ricercare le radici del passato attraverso un semplice frutto, che in passato era quasi l’alimento principale della popolazione locale, molto nutriente e che costituisce un alimento ricco, il 1 novembre a S.Stefano ci sarà la possibilità di degustare le caldarroste, le castagne bollitte, i dolci preparati in loco a base di castagne, il pane con farina di castagne
La sagra di S.Stefano in Aspromonte vuole promuovere forme di socializzazione e sviluppo collegate alla cultura del cibo locale e del territorio del Parco Nazionale dell’Aspromonte. Essa risponde al desiderio delle comunità di avere spazi di convivialità e socializzazione. Coinvolge tutto il territorio comunale e le numerose realtà produttive e commerciali locali, nonché i vari operatori del settore enogastronomico, quali produttori, artigiani, cucinieri, ristoratori e baristi. Il benessere e la soddisfazione di tutte le fasce della popolazione, sono divenute essenziali per una sostenibilità nel tempo della manifestazione. L’intento della Proloco e dell’Amministrazione Comunale di S.Stefano in Aspromonte – afferma il presidente Basilio Lucisano – è la valorizzazione del prodotto castagna e questo potrà risultare efficace e con ricadute economiche durature, a vantaggio degli operatori locali, quando il tutto verrà considerato in una dimensione collettiva, partecipata e condivisa sul territorio e non concepita tramite azioni estemporanee e promosse dai singoli soggetti anche se legati alla filiera e alle istituzioni.
All’interno della manifestazione, come negli anni passati, ci sarà uno spazio dedicato alla cultura con la consegna del PREMIO quest’anno toccherà all’atleta paraolimpica GIUSY VERSACE e all’Hospice “Via delle Stelle” di Reggio Calabria, entrambi si sono distinti egregiamente nelle proprie attività del campo sociale