Rotary Club Melito Porto Salvo, iniziativa per ricordare Pasquino Crupi

imagesIl Rotary Club di Melito Porto Salvo “Area Grecanica – Capo Sud”, venerdì 11 ottobre, alle ore 19,30 presso la sede sociale dell’Albergo “Serranò”, ha organizzato un convegno, aperto al pubblico, dal tema “L’Area Grecanica ricorda la figura di Pasquino Crupi”. Interventi programmati di Ilario Ammendolia, direttore editoriale de “La Riviera”; Giuseppe Bombino, Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte; Rosario Condarcuri, editore de “La Riviera”, Fortunato Nocera, storico; Giovanni Pittari, scrittore e responsabile editoriale di “Telemia”; Oreste Romeo, avvocato; partecipa il figlio, avvocato Vincenzo Crupi;
Intellettuale in trincea, ma senza recinti, come amava definirsi, Pasquino Crupi che, con la sua personalità poliedrica, versata alla continua ricerca e studio, ha rappresentato la più alta espressione del meridionalismo calabrese.
I suoi maestri si possono distinguere in quattro categorie: per il giornalismo, Titta Foti; per gli studi meridionalistici ed il meridionalismo, Guido Dorso; per la letteratura e ricerca letteraria, Antonio Piromalli; per la politica Giacomo Mancini.
“Abbiamo ritenuto – dichiara il presidente del Club, dott. Erminio Fiumanò – di organizzare questo evento commemorativo, affinché anche il Rotary possa partecipare alla perpetuazione del pensiero e dell’azione del prof. Crupi. La sua ultima opera, “La questione meridionale ai tempi della diffamazione calcolata del Sud”, che l’immatura scomparsa non ha permesso la presentazione, anche nel nostro ambito di servizio, diventa un impegno alla divulgazione, colocandosi nel solco dei valori rotariani, ossia la libertà dei popoli e l’emancipazione dall’ignoranza e dalla povertà”.