Rosanna Scopelliti nella Commissione Parlamentare Antimafia: “è un grande onore, il pensiero va a mio padre”

Rosanna_Scopelliti_Intervista_Candidata_Pdl_02L’On. Rosanna Scopelliti (PDL) è stata ufficialmente designata dal partito e dal gruppo parlamentare alla Camera del Popolo della Libertà quale componente della Commissione Parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali. Lo ha reso noto direttamente la parlamentare con una nota stampa.

La mia designazione a componente della Commissione Parlamentare Antimafia, per la quale desidero innanzi tutto ringraziare per il sostegno unanime il partito del Popolo della Libertà ed il gruppo alla Camera dei Deputati – ha esordito la parlamentare calabrese – è per me una grande onore, che però desidero condividere con tutti quelli che con me, e come me, hanno percorso un cammino di liberazione dalle mafie che per molti di noi è partito da un calvario personale e familiare”.

giudice scopellitiMi si perdonerà se il mio pensiero corre subito a mio padre – continua l’On. Scopelliti – ed insieme a lui a tutte le vittime di mafia. Nessuno sarà più da oggi un martire dimenticato, ed il mio impegno, che sottoscrivo dal primo istante, è che mi batterò con ogni strumento che mi verrà consentito dall’incarico che vado a ricoprire affinché non sia lasciato solo nessun familiare di vittima di mafia e nessun testimone di giustizia, nessun magistrato antimafia, nessun appartenente alle Forze dell’ordine che sono ogni giorno eroicamente e generosamente in trincea per combattere il fenomeno mafioso”.

Non posso non esprimere – afferma la parlamentare – viva soddisfazione per l’altissimo prestigio di tutti i colleghi parlamentari designati dalle diverse forze politiche in questa importantissima e strategica Commissione. Insieme a loro, con grande umiltà ma altrettanto grande determinazione, cercherò di far funzionare a pieno regime la Commissione Antimafia, con un impegno quotidiano ed infaticabile per farla diventare non solo strumento di inchiesta e di studio, ma un vero e proprio laboratorio di legalità, un luogo istituzionale – conclude Rosanna Scopelliti – in cui tutti i cittadini che si battono per liberare l’Italia dal giogo mafioso potranno trovare un riferimento costante”.