Romeo (Pdl): “Antenna delle Nazioni Unite motivo di orgoglio per Reggio”

imagesIl Coordinatore del Pdl Grande Città Daniele Romeo ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“L’istituzione dell’Antenna delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata è motivo di grande orgoglio per il nostro territorio. Si tratta di uno strumento molto importante nel contrasto alle economie criminali, che consentirà di affrontare il problema in un’ottica transnazionale e, come ha detto il Ministro Alfano nel corso della conferenza, permetterà lo scambio di informazioni tra diversi Stati e la pianificazione di azioni comuni contro le mafie. L’ufficio, tra l’altro, avrà sede nel palazzo che ospita l’Agenzia Nazionale per i beni confiscati, istituita dal Governo Berlusconi proprio a Reggio Calabria per ribadire la volontà dello Stato di combattere la ‘ndrangheta. Bisogna dare atto al Presidente Scopelliti di aver organizzato un evento molto importante, di respiro internazionale, grazie al quale sta prendendo vita un nuovo strumento che migliorerà anche le attività per sfruttare al meglio i beni confiscati e consentire di produrre economia legale. Durante la conferenza di Reggio Calabria è stato ribadito che i delinquenti temono molto di più l’aggressione ai patrimoni rispetto all’ipotesi di finire in galera. Bisogna partire proprio da qui e mettere in piedi una strategia organica, con protagonisti diversi Paesi, in grado di rafforzare la legalità ed il principio secondo cui il nostro territorio può avere un futuro roseo solo se verrà debellata la criminalità organizzata. Questa Antenna delle Nazioni Unite, fortemente condivisa anche dall’UNODC, sarà una formidabile cabina di regia mondiale. Rivolgo un plauso, quindi, al Presidente Scopelliti per aver organizzato il ciclo di conferenze “Criminal Economies” e aver dimostrato, a livello internazionale, che Reggio Calabria è impegnata in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata ed è anche in grado di proporre strumenti moderni per favorire le economie legali”.