Rifiuti, il ministro Orlando: “differenziata al Sud non è fanalino di coda”

Rifiuti: sacchi di spazzatura accatastati vicino ai cassonetti a Reggio Calabria“Non e’ vero che nel Sud la raccolta differenziata e’ un fanalino di coda. Ci sono realta’ che hanno realizzato delle ottime performance anche in realta’ disastrate dal punto di vista emergenziale come la Campania“. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, a Palermo, parlando con i cronisti. “Mi riferisco non solo a Salerno, ma anche ad altre cose positive che si stanno realizzando in alcune realta’ della Calabria - ha aggiunto -. La cosa fondamentale che credo riguardi le grandi aree urbane del Sud attiene al fatto che si puo’ fare un salto di qualita’ nella differenziata se non si risolvono i problemi delle aziende, che gestiscono il servizio“. Alla domanda se il riferimento fosse al capoluogo siciliano, dove il tribunale ha dichiarato il fallimento dell’Amia, la societa’ che gestiva il servizio di raccolta dei rifiuti, il ministro ha risposto: “questo e’ un tema comune a tutti i grandi centri urbani, non c’e’ solo Palermo, c’e’ una difficolta’ di questi soggetti a svolgere una funzione e mettere in moto processi innovativi su quello che va considerato a tutti gli effetti un settore industriale e che quindi come tutti i settori industriali ha bisogno di investimenti, di innovazione e razionalizzazione”.