Regione Calabria, Grillo e Orsomarso: “Da Guccione e Naccari non accettiamo lezioni”

calabria 1Di seguito la nota dei Consiglieri regionali Grillo e Orsomarso:

“Il Consigliere Naccari Carlizzi non si smentisce mai. Insieme all’altro esperto di sanità Guccione, parla di tanti aspetti del comparto ma, come spesso accade, rigirando la realtà a proprio piacimento. Quando Naccari afferma che alcune Asp hanno debiti spaventosi, dovrebbe pensare anche al fatto che tale situazione si è venuta a creare per buona parte negli anni in cui ricopriva il ruolo di Assessore e Consigliere regionale. In quel periodo, oltre che gli emolumenti previsti per tali cariche, Naccari percepiva anche le somme che l’Asp di Reggio Calabria gli versava quali spese di affitto. Non è un mistero, infatti, che i locali dove si trovavano gli uffici dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria si trovassero in un palazzo di sua proprietà: una situazione quanto meno inopportuna dal punto di vista politico. Come consuetudine, inoltre, i consiglieri del Pd attaccano frontalmente il Presidente Scopelliti su questioni giudiziarie, peraltro nel giorno in cui il Governato ha incassato il proscioglimento sulla vicenda AIOP perché ‘il fatto non sussite’. Con quale pudore un indagato per corruzione, concussione e falsità ideologica come Naccari Carlizzi, si permette di bacchettare il Governo per aver nominato Scopelliti Commissario? A noi piace confrontarci su temi politici e non su temi giudiziari, ma se si gioca su questo campo non intendiamo subire offese da chi non ha i titoli per ergersi a censore. Naccari, piuttosto, dovrebbe chiarire le circostanze della sua vicenda giudiziaria, che riguarda proprio la sanità, dato che di quel fatto i calabresi non hanno più saputo nulla. Quale credibilità può avere chi è passato alla storia per essere stato l’Assessore regionale dei “bilanci orali” della Regione Calabria? Non possiamo accettare lezioni da questi personaggi che oggi, dopo aver governato per cinque anni ed aver portato allo sfascio la sanità calabrese, provano a bacchettare tutto e tutti come fossero i paladini della giustizia esenti da colpe. Ci pare strano, inoltre, che il Consigliere Guccione, che oggi porta avanti un tour tra le strutture sanitarie calabrese quasi fosse una rockstar, sia rimasto saldamente fermo sulla sedia nei cinque anni in cui ha governato il centrosinistra. La stagione delle prese in giro è finita ed i calabresi lo sanno bene. Pensino a lavorare, se ne hanno le capacità, piuttosto di perdere tempo a riempire le pagine dei giornali con il nulla. E, soprattutto, provino a ragionare sui danni che hanno creato e sulle azioni messe in campo dal Presidente Scopelliti che, oggi, ha portato finalmente il settore sanitario lungo un percorso virtuoso, eliminando sprechi e sperperi senza tagliare i servizi e ponendo le basi per quella situazione di normalità che i calabresi attendevano da troppo tempo. Forse la verità è che proprio per questi motivi l’impegno e la tenacia del Presidente Scopelliti, che ha rotto gli schemi rispetto al passato, fanno paura a troppi”.

Alfonsino GRILLO –Capogruppo “Scopelliti Presidente” in Consiglio regionale
Fausto ORSOMARSO – Vicecapogruppo PDL in Consiglio regionale