Reggio, Piazza de Nava: Scopelliti interviene per chiedere la modifica del progetto

Piazza De NavaIl Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – ha partecipato a Reggio Calabria, presso Palazzo Campanella, ad una riunione con il direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria Francesco Prosperetti e con le associazioni cittadine per un confronto fattivo sul progetto di sistemazione dell’area comunale antistante l’ingresso principale del Museo Archeologico di Reggio Calabria (Piazza de Nava) in merito al quale si è sollevata la contrarietà delle varie espressioni del territorio, sia istituzionali che associazionistiche.

Durante l’incontro, infatti, è emersa ampia convergenza tra le parti affinché siano adottate, in tempi brevi,  le modifiche all’elaborazione progettuale tenendo conto di quelle che sono le criticità manifestate su un intervento che, così come è stato ideato, risulta essere poco armonico rispetto al contesto urbano circostante e con i tratti identitari di un luogo simbolo per la cittadinanza. In particolare sono state riscontrate significative criticità per quello che riguarda la funzionalità della realizzazione della struttura in vetro, la “lanterna”. Le sollecitazioni ad una revisione del progetto sono state formulate con particolare attenzione alla tempistica, anche in riferimento alla scadenza per la ricezione delle offerte, per scongiurare la dispersione delle risorse assegnate.

Il Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti nel corso della riunione ha reso noto di aver inviato una lettera al Ministro per la Coesione Territoriale Carlo Trigilia e al Ministro per i Beni culturali Massimo Bray per segnalare che l’efficacia dell’intervento di sistemazione dell’area di Piazza De Nava,  che prevede un investimento di 10,5 milioni di euro, rischia di essere fortemente compromessa qualora non si provveda, con immediatezza, ad un esame dettagliato delle criticità più volte rappresentate.

Nella missiva il Presidente Scopelliti sottolinea, infatti, che “ solo la rimozione delle criticità, coerentemente inserite nella soluzione progettuale posta a base di gara, costituirà garanzia per la funzionalità complessiva dell’opera, consentendo di ritenere utile il finanziamento”. Con la segnalazione rivolta al ministro Trigilia e al Ministro Bray, dunque, il Presidente chiede che si proceda entro il 31 ottobre, ben prima della scadenza per la ricezione delle offerte, ad una analisi approfondita delle criticità sollevate per scongiurare “un effetto negativo non solo per la città di Reggio ma anche per la regione”.

“Nella consapevolezza della strategicità dell’opera e per evitare che questa possa non rispondere a quelle che sono le legittime istanze della cittadinanza e le esigenze di un tessuto urbano assai complesso come quello di Reggio Calabria -  dichiara  il presidente Scopelliti a margine della lettera inviata ai Ministri Trigilia e Bray – la Regione si riserva la decisione di non autorizzare il finanziamento del progetto se questo non sarà adeguato a superare le criticità fin qui rilevate”.