Reggio, Pasquale Naso (ex Consigliere Comunale Pdl): “Riaprire il Museo Nazionale della Magna Grecia al più presto”

imagesPasquale Naso (ex Consigliere comunale del PDL di Reggio Calabria), in merito alla discussione dei lavori di ammodernamento e ristrutturazione del Museo Nazionale della Magna Grecia e di Piazza De Nava, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Appare sempre più urgente ed importante mantenere alta e costante l’attenzione dell’opinione pubblica sul futuro del Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria che attende, ormai da troppo tempo, la riapertura dopo l’infinito iter di ristrutturazione. La priorità per la nostra Città, ma crediamo anche per l’Italia – ha aggiunto Pasquale Naso – è che si renda nuovamente fruibile e al più presto questa preziosissima struttura, custode di inestimabili tesori archeologici, invidiati in tutto il Mondo.

I Bronzi di Riace, la testa bronzea del filosofo, la testa di Basilea, il Kouros, i Dioscuri, l’antica collezione dei pinakes, e gli altri innumerevoli reperti, patrimonio culturale di quella che fu la magnificenza dell’arte greca in Calabria, non possono più aspettare.

Diventa sempre più inconcepibile il pesante ritardo con cui si sta procedendo nei lavori, a discapito di tutto il comparto turistico cittadino che soffre enormemente della chiusura di palazzo Piacentini. Un’opera di interesse nazionale quale la ristrutturazione del Museo della Magna Grecia, pensata dallo Stato per i festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia, resta tutt’oggi, l’unica incompiuta, con un incremento spropositato del budget previsto per la realizzazione.

Anche su questo argomento vorremmo sentire le motivazioni della Soprintendenza.

Riteniamo doveroso – ha successivamente dichiarato Pasquale Naso del PDL – che la discussione nata attorno alla ristrutturazione in generale dell’intera area adiacente il Museo Nazionale, ricadente su piazza De Nava, non ha avuto il necessario coinvolgimento degli enti locali, ai quali spesso è demandato la preziosa attività di promozione del territorio. Stessa situazione per quanto riguarda il confronto con le meritorie associazioni culturali, impegnate da anni per la valorizzazione del patrimonio culturale.

La chiusura ad oltranza del Museo ha inequivocabilmente provocato un danno enorme a tutto il settore del turismo della città e della provincia di Reggio, mettendo in ginocchio anche l’intero indotto, già compromesso dalla grave congiuntura economica. Eppure l’interesse turistico verso il nostro territorio non manca, pensiamo a quanto fatto finora dalla Regione e dal Presidente Scopelliti nel settore delle navi da crociera e per l’arrivo di charter aerei dai paesi esteri.

La Calabria – ha concluso Pasquale Naso – per via delle numerose e apprezzate caratteristiche ambientali – paesaggistiche e per il patrimonio culturale – archeologico è in grado di offrire al turista una vasta scelta sia per un breve soggiorno o per una vacanza prolungata”.

Pasquale Naso – ex Consigliere comunale del PDL Reggio Calabria