Reggio, Nino De Gaetano: “trasformare le società miste in house”

nino de gaetano”In merito al destino delle societa’ miste del Comune di Reggio Calabria esprimo forte preoccupazione per il futuro di tutti i lavoratori e per quello di alcuni dei servizi essenziali per la nostra Citta’”. Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale del Pd Nino De Gaetano. ”Ritengo – prosegue – che i Commissari, in questa delicata fase, debbano garantire ad ogni costo i livelli occupazionali di tutti i lavoratori scongiurando ogni ipotesi di privatizzazione e la perdita anche di un solo posto di lavoro. Sono convinto che la soluzione piu’ plausibile sarebbe quella di creare societa’ in house, che consentirebbero di assicurare un controllo pubblico sui servizi. Invece l’ipotesi di messa sul mercato, anche qualora si trattasse di una soluzione transitoria di pochi mesi, rischierebbe, come sovente avviene, di diventare nel tempo irreversibile. Da qui il timore fondato della definitiva privatizzazione che, alla lunga, non potrebbe garantire la piena occupazione di tutti i lavoratori. Spesso i processi di privatizzazione ed esternalizzazione di servizi essenziali, anche a livello locale, si sono tradotti in aumento dei costi e non si sono rivelati affatto sinonimo di maggiore resa in termini di qualita’. Lo hanno dimostrato molte ‘svendite’ affrettate avvenute nel corso della Seconda Repubblica. Nel caso specifico di Reggio CALABRIA, abbandonare ad un destino incerto ed alle logiche del mercato questi lavoratori significherebbe, tra l’altro, svendere totalmente il lavoro svolto in questi anni al servizio della nostra collettivita’, una sorta di liquidazione che non gioverebbe a nessuno. Sarebbe infatti altamente controproducente, finanche secondo le piu’ elementari logiche di organizzazione aziendale, disperdere e consegnare in mani non pubbliche un capitale umano gia’ ampiamente formato, che nel corso degli anni, tra mille difficolta’, ha comunque garantito dei servizi fondamentali a Reggio CALABRIA”. ”Per queste ragioni – afferma ancora De Gaetano – aderisco convintamente allo sciopero del prossimo 29 ottobre assicurando il mio totale appoggio a qualsiasi iniziativa i lavoratori e le organizzazioni sindacali intendano intraprendere in merito a questa delicata questione e ad ogni proposta che sia naturalmente tesa alla salvaguardia di tutti i livelli occupazionali e a quelli della qualita’ del Servizio. La questione non riguarda solo il destino di tanti famiglie reggine, che potrebbero veramente rischiare di trovarsi di fronte al baratro della disoccupazione, ma anche, piu’ in generale, il futuro e la prospettiva di Governo della nostra citta”’. ”Il destino di Reggio CALABRIA – conclude – deve necessariamente passare dalla possibilita’ di saper gestire ed erogare in maniera efficiente, efficace e trasparente servizi pubblici a tutta la collettivita’, eliminando i veri sprechi ed al contempo valorizzando le risorse umane di cui disponiamo”.