Reggio, Michele Marcianò (Pdl): “L’ufficio di Presidenza azzera le cariche ma non le chiacchiere”

images “Ancora una volta non si è compreso che in questo delicato momento politico che sta attraversando il nostro partito e molto più in generale l’ intero Paese le “chiacchiere sterili” e le previsioni futuristiche di alcuni colleghi politici sono inopportune ed infondate, soprattutto se non si ha alcun titolo per farle.” Commenta così il consigliere Michele Marcianò le dichiarazioni scaturite a due giorni dall’ ufficio di Presidenza che ha azzerato all’unanimità tutte le cariche del PdL. “Sarà solo il Presidente Berlusconi a guidare il processo, per come fissato dallo statuto, che porterà al consiglio nazionale fissato l’8 dicembre con il quale si ratificheranno tutte le decisioni. Fino ad allora sarà lui ad assegnare le deleghe a persone nuove e di sua fiducia. Per quanto attiene la posizione del Ministro Angelino Alfano – conclude Marcianò – sono ben certo, come lui stesso ha dichiarato, che il tempo che ci separa dal Consiglio nazionale consentirà al Presidente Berlusconi di lavorare all’ unità del partito, unità che Alfano non ha mai ostacolato essendo stato uno dei primi a credere ed essere proprio in Forza Italia.”