Reggio, lo “scandalo” del mercato coperto di via Filippini: cibi in vendita nel bel mezzo di un cantiere!

mercato-copertoDi seguito pubblichiamo integralmente la lettera inviataci da un nostro lettore, che preferisce rimanere anonimo:
Una realtà degradante di Reggio che a quanto pare non viene presa in considerazione, o forse solo apparentemente, è il Mercato Coperto di via Filippini. Da circa un anno sono iniziati i lavori di ristrutturazione della via Filippini tra cui il mercato, storia del commercio di Reggio, ma i lavori iniziati e sospesi dopo 5 mesi lasciano all’interno del mercato un vero e proprio cantiere di lavoro, ruspe bobcat scavatori finestre mancanti, mezza ala del mercato é diventata cantiere nell’altra metà  ci sono varie attività commerciali. L’amministrazione comunale “prende in giro” gli operatori del mercato e la ditta fa ciò che vuole, prende e molla i lavori creando disagi agli operatori ed ai clienti. Una situazione insostenibile!!! Si possono  avere attività commerciali all’interno di un cantiere? Formaggi, salumi, olive, frutta, verdura, pane e pesce stocco così a contatto con le polveri del materiale di scarto; i fumi dei tubi di scarico dei mezzi da lavoro accessi e spostati all’interno del mercato non implicano una contaminazione dei prodotti alimentari? Nessuno fa e vuole fare nulla, intanto la clientela fedelissima si lamenta, quella occasionale scarseggia sempre di più e gli operatori sono sempre più disperati. È un cane che si morde la coda. Spero che questa lettera sia un punto di partenza per qualcosa di solido e che qualcuno decida di prendere in mano la situazione e portarla alla fine. Grazie“.