Reggio, lavori Palazzo di Giustizia. Rescisso contratto ditta appaltatrice

palazzo giustizia reggio calabriaA che punto sono i lavori al nuovo Palazzo di Giustizia? Questo è ancora da capire, ma fatto sta che la Commissione Straordinaria che gestisce il Comune di Reggio, ha rescisso il contratto alla società Bentini Spa appaltatrice dei lavori per ‘’grave ritardo contrattuale rispetto alle previsioni del crono programma  dei lavori per illegittima sospensione delle attività, mancato rispetto dei termini contrattuali e il conseguente completamento dei lavori”.

Visita al nuovo Palazzo di GiustiziaIl tutto è contenuto nella delibera n° 190 del 27 settembre scorso che recepisce la proposta formulata il 5 settembre dal Settore Servizi Tecnici. Ma facciamo un passo indietro: i lavori sono fermi da circa un anno e mezzo a causa dalla mancata retribuzione della ditta Bentini che attende un anno di retribuzione. A gennaio del 2013 la Direzione dei lavori segnalava al Responsabile Unico, la mancata riapertura del cantiere dopo le festività natalizie. E’ emerso inoltre che la società appaltatrice, avesse iniziato anche la smobilitazione del cantiere portando via vari macchinari importanti per il proseguimento dei lavori.  Il progetto dell’opera è stato approvato nel maggio del 2004 per un importo di 87.795.286,80 euro. I lavori sono stati affidati alla Bentini per l’importo di 50 milioni. Il responsabile unico ha inviato alla Bentini Spa una lettera con la quale notificava la sospensione arbitraria dei lavori. La società rispose contestando questa comunicazione ritenendola infondata. Da qui la decisione di sollevare la Bentini Spa dall’incarico.