Reggio, inaugurato a Locri l’anno scolastico della provincia alla presenza dell’assessore Caligiuri

mario-caligiuriL’Assessore Regionale alla Cultura Mario Caligiuri questa mattina ha inaugurato l’anno scolastico della Provincia di Reggio Calabria a Locri, in una manifestazione promossa dalla locale Civica Amministrazione, dalla Provincia di Reggio Calabria e dalla Regione Calabria. Hanno portato i saluti il Sindaco di Locri Giovanni Calabrese e i consiglieri provinciali Giuseppe Saletta e Pierpaolo Zavettieri. In particolare il sindaco Calabrese ha evidenziato che e’ stata la prima volta che a Locri c’e’ stata un’inaugurazione dell’anno scolastico con una manifestazione pubblica e che, nel corso degli anni, nelle scuole della locride si siano formati professionisti nei vari settori che hanno raggiunto si e’ trattato per la prima.

Sono quindi intervenuti il Comandante del Gruppo dei Carabinieri di Locri Giuseppe De Magistris e numerosi dirigenti scolastici. Durante la manifestazione si sono esibiti studenti di diversi istituti, iniziando con il coro dell’inno nazionale. E’ stato poi presentato il libro curato da Carmen Petronio e Pietro Velona’ dal titolo “Matematica tra verita’e bellezza” che e’ stato illustrato dalla studentessa Domenica Fortugno. Gli studenti del liceo scientifico hanno quindi presentato una lezione di biologia, molto seguita. E poi c’e’ stata un’interpretazione moderna e suggestiva della tarantella calabrese, una sfilata di vestiti arberesh, bellissime interpretazioni musicali in inglese e la presentazione del prototipo di un robot creato dagli studenti e professori dell’Istituto Professionale di Stato di Locri e Siderno,diretto da Tommaso Mittiga.  Particolarmente toccante, all’indomani dell’immane tragedia di Lampedusa, e’ stata la testimonianza della studentessa marocchina Majida Zobida Nasro Allah che ha detto che “la scuola ha rappresentato un mezzo prezioso per la mia integrazione nel vostro Paese, che adesso considero il mio”.

Ha concluso l’Assessore Mario Caligiuri che ha evidenziato il miglioramento della qualità degli studenti calabresi compiuto negli ultimi anni, come attestato anche dalle indagini nazionali dell’INVALSI, che ha visto dal 2009 al 2013 i ragazzi calabresi raggiungere sostanzialmente la media italiana. “Gli elementi di cambiamento e di innovazione in Calabria provengono sopratutto dalla scuola” ha sostenuto Caligiuri. A tale riguardo ha ricordato l’affermazione del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Leonardo Gallitelli che, qualche settimana fa, ha citato la scuola di San Luca come esempio della Calabria che sta cambiando e la riflessione del Procuratore Capo della Repubblica di Vibo Valentia Mario Spagnuolo che, in occasione dell’inaugurazione regionale dell’anno scolastico lo scorso 16 settembre, ha evidenziato come i fermenti di vero cambiamento sociale emergono proprio dalle scuole.

L’Assessore ha poi ribadito come nei principali eventi culturali che nel 2013 hanno riguardato la Calabria, e cioè le celebrazioni dei 400 anni della nascita di Mattia Preti e il riconoscimento della Calabria come “regione ospite d’onore” al Salone del Libro di Torino, gli studenti sono stati protagonisti. Caligiuri ha quindi comunicato l’intenzione di prevedere la continuazione nella prossima programmazione europea del progetto “una scuola per la legalità’”, per aumentare il tempo scuola nei comuni ad alta densità criminale, e il progetto “Calabria Jones”, definito dall’allora ministro Francesco Profumo “l’iniziativa sull’educazione all’archeologia più significativa mai promossa in Italia”. L’Assessore ha poi toccato il tema del dimensionamento, dell’edilizia scolastica, delle tecnologie e del rapporto scuola e lavoro, evidenziando l’inizio delle lezioni degli Istituti Tecnici Superiori e  l’avvio delle procedure per individuare i Poli Tecnico Formativi, che dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno. Infine, Caligiuri ha informato che il 21 dicembre 2013, presso la Fondazione “Terina” avverrà per il terzo anno consecutivo, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale, la premiazione delle eccellenze scolastiche calabresi alla presenza del Presidente Giuseppe Scopelliti. L’Assessore ha concluso dicendo che “l’unica rivoluzione possibile e’ quella della speranza: la scuola e gli studenti calabresi sono la nostra speranza”.