Reggio, duplice omicidio rumeni: sequestrata arma del delitto

squadra mobileGli agenti della squadra mobile di Reggio Calabria hanno sequestrato una pistola calibro 9 utilizzata per compiere il duplice omicidio di Joan Lacatus, di 28 anni, e Jonela Hololea, di 35, entrambi romeni, assassinati a Reggio Calabria. Sull’arma saranno effettuati accertamenti scientifici e balistici. La polizia sin da alcune ore dopo il ritrovamento dei cadaveri aveva intrapreso una pista investigativa ben precisa che poi ha portato, nel corso della notte, al fermo di una persona italiana. Le indagini della squadra mobile sono state dirette personalmente dal procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Federico Cafiero de Rao, che ha emesso il provvedimento di fermo insieme al suo sostituto Antonio Cristillo. Gli investigatori hanno imboccato subito una pista investigativa ben precisa anche grazie ad una serie di indizi trovati nella zona adiacente al molo di San Gregorio di Reggio Calabria dove e’ stata trovata l’automobile, un’Alfa Romeo 156, con i due cadaveri nascosti nel bagagliaio. Le indagini della squadra mobile, dopo una serie di perquisizioni, si sono concentrate su una persona che poi nel corso della notte e’ stata sottoposta a fermo. Gli investigatori, per il momento, mantengono il massimo riserbo sul movente del duplice delitto.