Reggio, Aeroporto dello Stretto verso una svolta storica: Enac cancella le limitazioni

foto_aerea_apt_REGLa Società di Gestione dell’Aeroporto dello Stretto esprime assoluta soddisfazione circa gli esiti dell’incontro svoltosi in data 30 ottobre presso la sede della Direzione Centrale dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile.  Oggetto della riunione, promossa già da tempo da parte di Enac, la valutazione finale in ordine all’istanza formulata da Sogas SpA per il superamento delle c.d. limitazioni tecnico operative sull’Aeroporto dello Stretto.

Siamo andati oltre ogni più rosea aspettativa”. Questo il commento a caldo del Presidente Sogas, dott. Carlo Alberto Porcino.

_4L37665Grazie alla disponibilità dimostrata dalle strutture Enac siamo pervenuti alla mitigazione delle attuali limitazioni esistenti sull’Aeroporto. – dichiara soddisfatto PorcinoPersonalmente, non ho mai dubitato, nemmeno per un istante, della qualità e della autorevolezza dello studio prodotto e presentato in Enac. Una attività che racchiude in sé due lunghi anni di sacrifici ed impegno quotidianamente profuso per raggiungere questo importante obiettivo. Con perseveranza e fiducia ci abbiamo creduto fortemente – sottolinea Porcino – siamo andati fino in fondo e, alla fine, così anche questo risultato é stato raggiunto. Per questo non posso che ricordare quanti, in questi ultimi ventiquattro mesi, si sono resi parte diligente producendo un intenso lavoro realizzato da parte degli uffici tecnici di Sogas spa, coordinati dal Post Holder Progettazione Ing. Giuseppe Visicaro, impreziosito dal fondamentale ausilio fornito a tale scopo dalla società T Consulting con sede in Roma, e perfezionato dall’ineccepibile studio condotto dal comandante pilota Giancarlo Molteni e dallo storico comandante Antonino Pugliatti.  A tutti loro va il mio personale ringraziamento”.

foto_Presidente_Sogas_Carlo_Alberto_Porcino_in_ENAC_ROMALa sostanziale mitigazione e le importanti modifiche decise da Enac sia in materia di prescrizioni a terra (ground) sia in riferimento alle limitazioni in volo – precisa Porcinorappresentano sicuramente dei fattori altamente positivi per il futuro operativo dell’Aeroporto dello Stretto. Ferma restando la necessaria garanzia ed il rispetto degli standard di sicurezza internazionali, adesso le compagnie aeree potranno finalmente decidere le modalità di addestramento ritenute più congeniali, convenienti ed idonee. L’addestramento dei piloti sarà, infatti, reso possibile sia tramite le sessioni di adattamento tradizionali, sia ricorrendo al simulatore di volo oppure, importantissima novità, anche a mezzo di apposito visual che sarà reso disponibile da parte del Gestore Sogas su una specifica piattaforma informatica WBT (Web based Training) così da rendere agevole e facilmente accessibile questa modalità di training a distanza”.

Adesso – conclude Porcinotutto sarà sicuramente molto più semplice in particolare per tutte le compagnie aeree ed i tour operator che intendano realmente promuovere nuove iniziative di tipo charter nonché operare nuovi collegamenti di linea da e per l’Aeroporto dello Stretto, oggi finalmente più easy to fly (facile da volare)”.