Reggina, domani la trasferta a Latina. Castori non cerca alibi tra squalifiche e infortuni: “aspetto mentale decisivo”

CastoriDirettamente dal centro di S.Agata, la conferenza stampa di mister Castori prima della partenza per Latina.

I numeri sono pietosi, è una situazione difficile ma mancano tante partite alla fine. Continuo a lavorare sulle novità tattiche che ho portato. Lavoro sulla nuova mentalità che la squadra deve avere. Rapidità e velocità sono all’ordine del giorno, questo è il succo di ciò che è stato fatto in settimana. L’aspetto mentale è fondamentale, ho cercato di dare le linee guida precise da seguire in campo senza creare confusione“.

Tanti gli indisponibili: Maicon, Foglio, Contessa, Colucci. Poi c’è Dall’Oglio squalificato e Louzada non è convocato.

Penso che una squadra debba avere le sue conoscenze e modi di muoversi in campo a secondo di come gioca. A livello difensivo non abbiamo fatto male contro il Pescara. Abbiamo fatto gli stessi tiri in porta del Pescara, l’unica differenza il calcio di rigore. Loro hanno avuto il 51% di possesso palla e noi il 49%. Contro il Pescara abbiamo tenuto le giuste distanze tranne quei 10 minuti di follia dove Strasser e Sbaffo hanno avuto un calo fisico“.

Ma Castori non è nuovo a situazioni di questo tipo: “ad Ascoli era davvero una situazione drammatica, eppure lì abbiamo fatto il miracolo. Abbiamo saputo dare risposte giuste, lo faremo anche qui. Sbaffo può giocare nei tre di centrocampo, lui non deve fare solo la mezzapunta. Falco va ad aggiungersi agli attaccati. Sbaffo deve essere il collante tra il centrocampo e l’attacco. A prescindere dal gol, la scorsa settimana Gerardi si è allenato due giorni in meno. Il fatto che abbia fatto gol, aiuta. Non ho gerarchie, Maza migliorerà. Non parla la lingua, come i brasiliani anche per lui la tattica è un optional. Sta crescendo. Caballero non giocherà dall’inizio, in settimana ha lavorato bene. Di Michele ha anche lavorato bene. Ha un’età, ma ha anche tanta qualità e noi ne abbiamo bisogno“.