Parte “Gusto” a Venezia con la provincia reggina “Buona e bella” in pole position (FOTO)

stand provincia di reggio a gusto - 1Parte col migliore degli auspici la kermesse veneta sull’enogastronomia di qualità. Si inaugura “Gusto – biennale dei sapori e dei territori” di Venezia, dal 26 al 29 ottobre 2013, patrocinata da Slow food, dalla Regione Veneto e dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali alla presenza delle massime autorità cittadine e regionali e con la partecipazione dell’attore Gian Marco Tognazzi testimonial della manifestazione. Tra convegni, degustazioni guidate, cooking show e presentazioni di eventi e pubblicazioni, spiccano i prodotti e i produttori provenienti da tutta la Penisola per deliziare i palati di migliaia di visitatori: il Terminal 103 che ospita la manifestazione, è infatti il punto di attracco delle grandi crociere dalle quali sbarcano ogni giorno turisti provenienti da tutto il mondo. A rappresentare i territori e le specialità calabresi vi sono sia la Camera di Commercio di Cosenza che la Provincia di Reggio Calabria con il suo assessorato all’agricoltura, guidato da Gaetano Rao, che opera ancora una volta a favore delle aziende del territorio. Con il brand “La provincia Buona e Bella – paesaggi ricchi di sapore” le 12 aziende reggine selezionate hanno avuto la possibilità di esporre e vendere le proprie produzioni caratteristiche e rappresentative del territorio. Ottimi gli abbinamenti subito apprezzati dai visitatori e dai giornalisti del settore: i salumi della coop. Diamante di Laganadi dell’Ecodistretto della Vallata del Gallico con il Caciocavallo di Ciminà della locride armonizzato dal vino IGT Palizzi di Altomonte. E ancora il trittico degli oli biologici di alta qualità: gli extravergine dell’azienda agricola Postorino e di Principe di Gerace dalla Piana di Gioia Tauro e quelli della locride di Capogreco, hanno reso ancora più fragrante il pane di Canolo che accompagna il caratteristico prosciutto “San Canolo” del salumificio Antichi sapori d’Aspromonte. E sempre all’insegna del biologico hanno riscosso successo i succhi e le confetture e marmellate dell’azienda pianigiana Terre di Zoè: clementine, arancia, kiwi, in purezza o aromatizzate con peperoncino, zenzero o liquirizia di Calabria. Grande curiosità ed apprezzamento hanno destato il succo di bergamotto, ed i succhi di pomodoro e di fragola di Pratticò dei “Prodotti del Casale” di Africo così come la peculiare gamma di peperoncino di Calabria di Lombardo di Melicucco. E anche i dolci non potevano mancare: la caratteristica Pitta del Re Morgete del Bar Sorriso di San Giorgio Morgeto e i prodotti De.c.o. di Cittanova della Pasticceria Siclari ovvero il torrone Ferro e la Biondina di Cittanova De.c.o. E nascono, in occasione di tale manifestazione, ottime sinergie e nuovi progetti per nuovi prodotti all’insegna dell’integrazione territoriale: la Biondina De.c.o. alle clementine ed il torrone ferro al clementine di Calabria, il succo di clementine della Piana di Gioia tauro-Rosarno e già si profila un Caciocavallo di Ciminà stagionato e sottolio con olio di Geracese in purezza. E i rappresentanti dell’Associazione di produttori di Caciocavallo di Ciminà, presidio Slow Food, Rocco Siciliano e Pasquale Romeo sono stati invitati a presentare questa eccellenza reggina agli eventi di degustazione a cura dell’ONAF (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggi). Un motivo di orgoglio in più per la Provincia buona, bella e ricca di sapori.