Palermo, operazione New Gate: 21 arresti per furti e rapine al porto

Guardia-di-FinanzaVentuno persone sono state arrestate a Palermo dai militari della Guardia di Finanza nell’ambito di un’operazione, denominata “New Gate“, che ha sgominato un sospetto gruppo delinquenziale dedito a furti e rapine, alcune delle quali a mano armata, ai danni di camion e furgoni di passaggio al porto di Palermo, quartier generale degli indagati. I soggetti destinatari delle ordinanze di custodia cautelare sono accusati di associazione a delinquere finalizzata alla perpetrazione di svariati reati quali furto aggravato, rapina aggravata, ricettazione, sequestro di persona a scopo di rapina e traffico di prodotti contraffatti che provenivano dalla Campania. L’elenco dei soggetti finiti in manette comprende, tra gli altri, un uomo con precedenti penali per reati connessi alla mafia e fratello del boss, attualmente dietro le sbarre, della cosca di Borgo Vecchio, socio di una azienda di trasporti attiva nello scalo portuale del capoluogo siciliano. Sulla scorta di quanto emerso nel corso dell’attività investigativa, era il personaggio in questione a controllare e verificare quali fossero gli obiettivi da colpire.  I dettagli del blitz odierno saranno resi noti in occasione di un incontro con i giornalisti fissato alle 10:30 presso la Sala Riunioni della Palazzina M del Palazzo di Giustizia. Sarà presente Francesco Messineo, Procuratore della Repubblica di Palermo.