Oreste Romeo, Coordinatore Lista Scopelliti Presidente: “Sindaco Rocca, esiste un’altra via!”

imagesNota Stampa di Oreste Romeo, coordinatore provinciale Lista Scopelliti Presidente, sull‘attentato al sindaco di Benestare Rosario Rocca:

Non obbedisce ad alcun intento di provocazione esprimere pubblico convincimento che la notizia delle dimissioni del Sindaco di Benestare addolori e preoccupi molto di più del grave atto intimidatorio subito da Rosario Rocca, non il primo ad onor del vero.
Il territorio della Locride versa,in una situazione di grave affanno, sulla quale pesano, e neppure poco, i frequenti scioglimenti dei consigli comunali, che hanno contribuito ad esasperare questa poco felice condizione, essendo ai più apparse evidenti l’inefficienza e le lacune che connotano la susseguente attività di “bonifica” attraverso la quale lo Stato dovrebbe teoricamente farsi carico del rilancio di una Comunità privata delle sue rappresentanze.
Nella oggettiva precarietà di questo contesto, in cui alla sospensione di democrazia, oggi, si aggiunge una sorta di induzione alle dimissioni, potrebbe rivelarsi estremamente pericoloso cedere alla rassegnazione, assecondando cioè la pur comprensibile, forse anche istintiva, tentazione di chiudere una partita con il risultato di negare un apprezzato spirito di servizio alla Comunità cui ci si è dedicati per anni con passione.
Non e’, non deve essere percepito come un momento di criticità, quello in cui si ha dalla propria parte la cittadinanza e l’opinione pubblica.
Non può rimanere priva di significato la vicinanza affettuosa manifestata dalla popolazione ad un giovane e corretto amministratore: trattasi di un capitale immenso, sicuramente da mettere a frutto, soprattutto interagendo con rinnovato entusiasmo con i livelli sovraordinati.
La fascia jonica reggina non si risolve in un ammasso di criminali, che pure esistono, tant’è che ne danno prova con gesti sconsiderati quanto figli di consapevole disperazione.
Ma e’ anche vero che alla gente locridea lo Stato non può continuare a guardare solo attraverso i sensori del Viminale oppure azionando quelli di Via Arenula.
Le popolazioni meridionali non possono continuare ad essere interessate da politiche statali concepite in termini sbrigativi e di modesta e superficiale incisività, puntando cioè a debellare fenomeni criminali, ma risparmiando il bisturi alle piaghe sociali che oggi la crisi dilagante rischia di incancrenire ulteriormente.
Sono gli amministratori del territorio gli eroi del nostro tempo, e sono proprio loro a dover conferire anima e corpo alle istanze del territorio.
Questa è la solidarietà che si sente di esprimere al Sindaco Rocca!
Riprenda a trasmettere energia e vitalità, essenzialmente di tipo culturale, ai suoi concittadini ed all’intero comprensorio Locrideo: gli interlocutori La ascolteranno!