Nicotera (VV), latitante presunto omicida di Roberto La Rosa

images 9Come riporta l‘Agi:

Antonio Carra’, 39 anni, di Nicotera, nel Vibonese, difeso dall’avvocato Francesco Sabatino, è da oggi ufficialmente “irreperibile”. Il pm della Procura di Vibo Valentia, Vittorio Gallucci, ha infatti emesso nei suoi confronti un decreto di irreperibilità dal quale, contestualmente ad un decreto di convalida di sequestro dei reperti trovati sulla scena del delitto, si evince che l’uomo è formalmente accusato di omicidio aggravato ai danni di Roberto La Rosa, 37 anni, anche lui di Nicotera, nuovo compagno della moglie di Carra’. In un primo tempo gli investigatori avevano ipotizzato che la vittima fosse stata uccisa il 29 settembre scorso con una spranga di ferro.

L’esame autoptico ha però stabilito che La Rosa è stato ucciso con un colpo di pistola calibro 7,65. Atteso che tutti i tentativi dei carabinieri di notificare gli atti all’indagato sono andati a vuoto, il pm ha ritenuto “esaurienti le ricerche effettuate e, non presentandosi allo stato altra possibilità di reperimento dell’indagato”, ha emesso apposito decreto di irreperibilità. Dallo stesso si rileva che Antonio Carra’ il giorno prima dell’omicidio avrebbe rubato ad un familiare la pistola con la quale è stato poi commesso il fatto di sangue. Da qui l’ulteriore accusa di furto contestata a Carra’.