‘Ndrangheta a Crotone: 17 arresti dei Carabinieri

arresto-con-manetteDiciassette persone accusate di essere appartenenti alla ‘ndrangheta sono state arrestate dai Carabinieri del Comando provinciale di Crotone nell’ambito di un’inchiesta che ha permesso di individuare, secondo gli inquirenti, gli autori di sette omicidi commessi nel contesto di una faida tra clan tra il 1989 ed il 2007. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state firmate dal Giudice delle indagini preliminari su istanza della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro che ha condotto le indagini. I provvedimenti restrittivi sono stati eseguiti in Calabria, Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte. I reati contestati, a vario titolo, ai soggetti finiti in manette, vanno dalla detenzione abusiva di armi allo spaccio di sostanze stupefacenti, oltre agli omicidi. Un contributo fondamentale all’attività investigativa è arrivato dalle rivelazioni di Lea Garofalo, la testimone di giustizia rapita e assassinata a Milano su ordine del marito, Carlo Cosco. La donna, in precedenza, aveva svelato agli inquirenti le dinamiche criminali interne alle organizzazioni criminali attive nella zona di Crotone.