Milazzo (Me): il depuratore sarà finalmente completato. Lavori per 8 milioni di euro

Milazzo comuneVia libera al progetto del completamento del depuratore comunale di Milazzo sito in contrada Fossazzo. Nella giornata di ieri la conferenza speciale dei servizi convocata dal Genio Civile ha dato l’ok alla realizzazione dell’opera per l’importo di 8 milioni di euro.

A questo punto si potrà procedere alla gara d’appalto che vista l’entità della somma sarà esperita dall’Urega. Entro fine anno dunque si dovrebbe conoscere il nome della ditta che dovrà eseguire i lavori e – novità venuta fuori nell’incontro di ieri – provvedere anche alla gestione del nuovo impianto per i primi tre anni.

Abbiamo rispettato i tempi dettati dalla Regione – afferma l’assessore ai lavori pubblici Santi Romagnoloe ora la documentazione sarà immediatamente trasmessa all’Urega per bandire la gara. Il nostro è uno dei pochi Comuni in linea con il rigido cronoprogramma del Cipe e quindi potremo far partire questo importante appalto senza ritardi. Vorrei sottolineare che non è stato semplice visti i tanti passaggi burocratici e gli enti coinvolti ma oggi finalmente possiamo dire di aver messo la parola fine ad un progetto al quale l’Amministrazione tiene particolarmente”.

L’intervento permetterà di realizzare la 2. linea depurativa in modo che sia pienamente funzionante per un carico inquinante di 40.250 ab./equ. e garantire per tutto l’anno la gestione ordinaria del presidio depurativo compreso i quindici impianti di sollevamento al servizio della rete fognaria. La copertura finanziaria dell’intervento progettuale è stata decisa dal Cipe con deliberazione n. 60/2012, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana in data 11 luglio 2012.

La progettazione definitiva è stata redatta da un gruppo di lavoro costituito da personale comunale, mentre il preavviso del bando deciso dall’ufficio ambiente del Comune consentirà di comprimere i termini di ricezione delle offerte da parte dell’Urega di 20 giorni, in maniera da velocizzare le procedure per individuare la ditta assuntrice dei lavori entro il 31 dicembre 2013, termine ultimo imposto dall’Unione europea.