Messina, vie del centro a “luci rosse”, l’appello della IV Circoscrizione: “riformare la legge Merlin”

prostituteLa IV Circoscrizione, all’unanimità, ha votato una delibera destinata a far discutere. Il tema riguarda la prostituzione, un fenomeno che nelle vie del centro è sempre presente e crea disagi per i residenti della zona, e non solo. Piazza della Repubblica, via Industriale, via Mariano Riccio e via La Farina sono interessate, in orari notturni, dal fenomeno della prostituzione, complice anche la scarsa illuminazione delle strade citate e della sporadica presenza delle forze dell’Ordine.

Per questo motivo, il consiglio presieduto da Francesco Palano Quero, ha ritenuto urgente “impegnare il legislatore Nazionale a riformare la legge Merlin (20 febbraio 1958) al fine di disciplinarne l’esercizio, tutelando e ampliando i diritti civili, sociali, alla salute e alla sicurezza di chi decide di prostituirsi, eliminando il fenomeno dalle strade e combattere chi obbliga e sfrutta le persone per proprio tornaconto”.

In altre parole, l’idea, in linea con altri paesi europei, riguarderebbe la regolamentazione della prostituzione attraverso il riconoscimento di una legge che possa garantire, sicurezza, salute, combattendo al tempo stesso lo sfruttamento illegale.

Consiglio IV Circoscrizione

Consiglio IV Circoscrizione

Inoltre, il consiglio della IV Circoscrizione chiede di “controllare la viabilità dell’area in oggetto, al fine di prevenire ulteriori incidenti. Rimuovere e prevenire i pericoli per l’incolumità delle persone e arginare le esternalità negative derivanti dalla prostituzione per strada, che gravano anche sui cittadini, in particolare sui residenti nelle zone suddette e sulla qualità della loro vivibilità, e garantirne la sicurezza”.

L’appello del “centro storico” è rivolto soprattutto alla deputazione messinese alla quale si chiede di “presentare una proposta di legge per riformare la normativa in materia di prostituzione”. Ma è necessario anche l’intervento tempestivo dell’amministrazione comunale per “potenziare l’illuminazione pubblica, ove necessario, nel quadrilatero compreso tra Piazza della Repubblica, via Mariano Riccio, via Industriale e via La Farina; installare un sistema di video sorveglianza collegato alle Forze dell’Ordine, così da potenziare i controlli; applicare i rimedi sanzionatori nell’ambito dei poteri conferiti dalla vigente normativa”.