Messina: un’opera di Aldobrando per i migranti morti a Lampedusa [FOTO]

OLYMPUS DIGITAL CAMERAAncora una volta l’artista ALDOBRANDO ha voluto con una sua opera ricordare le vittime di questi ultimi giorni di Lampedusa. Prendendo come monito il messaggio di  Pappa Francesco che ha manifestato solidarietà nei confronti di tutti i fratelli africani che cercano di trovare rifugio  e speranza affrontando un viaggio pieno di pericolo con tutte le conseguenze e le notizie di cronaca triste quotidiana.

E’ stato chiesto all’artista cosa rappresenta l’opera esposta in villa comunale sul viale Boccetta, meta di tanta gente e croceristi che fotografano con tanta curiosità la barca stilizzata e il sarcofago bianco con mano alzata verso il cielo e tiene una  bandiera?

Niente di particolare o provocatorio vuole essere un ricordo di una strage infinita che ha visto in questi lunghi anni l’indifferenza generale e la mancata attenzione da parte dei potenti politici europei che oltre allo spread non sanno pensare ad altro!

OLYMPUS DIGITAL CAMERAE’ pensare che la famosa Legge Bossi – Fini doveva essere la panacea di tutti i mali ma non è stato altro che una minestrina riscaldata nel marasma  del dramma che giornalmente si manifesta nel canale di Sicilia.

Parlando dell’opera si può soltanto definire che rappresenta una barca arrangiata alla buona (non tanta diversa della carrette del mare che usano gli scafisti….)costruita con pezzi di ferro riciclati che trasporta un sarcofago bianco che dovrebbe essere una delle tante anime che si inalzano verso il cielo dopo aver perso la vita nel naufragio e  reca in mano un vessillo per farsi notare n on appena si presenta al suo DIO!

Si perchè stiamo parlando di tanta gente appartenente a diverse religioni che per farsi riconoscere nel mondo che verrà deve avere un vessillo per destare immediatamente l’attenzione di chi c’è nell’al di là………..-

Una cosa da dire e che purtroppo già nel passato tante altre opere sono state realizzate dall’artista e donate a comuni isolani in memoria di persone semplici e giornalisti morti per altre cause una tra le tante la giornalista Maria Grazia Cutuli del Corriere della Sera a cui è stata intitolata sia strade ed altro.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA