Messina, ritirava la pensione e lasciava anziano malnutrito nella sporcizia

20130909_170022Una trentanovenne messinese, Rosaria Festa, nominata dal Tribunale Civile amministratrice di sostegno di un uomo di 67 anni con problemi psichici, è stata arrestata ieri pomeriggio con l’accusa di sequestro di persona, maltrattamenti e peculato.

Una vicenda incredibile, se non fosse che, purtroppo, casi come questo vengono frequentemente segnalati dalle cronache.

Per poter riscuotere la pensione dell’anziano ( circa 1.600 euro) la donna non si è fatta scrupolo di segregarlo all’interno di una struttura in costruzione sequestrata dalla Polizia Municipale perché abusiva; e così, in condizioni di totale degrado, costretto a dormire all’aperto su un materasso sporco delle sue stesse feci, l’anziano ha vissuto fino a quando è stato notato, ad agosto, da una cittadina straniera che ne ha segnalato la presenza alla Guardia di Finanza.

Dopo una serie di appostamenti, i militari sono intervenuti forzando il lucchetto che teneva prigioniero il sessantasettenne che adesso si trova a Palermo ricoverato presso una struttura per anziani.
L’inchiesta che ha messo in luce l’ennesimo caso di inumanità, è stata avviata dal sostituto procuratore Roberta La Speme.