Messina, nuova ordinanza anti-Tir: efficace solo a metà

tir rada san francescoStamani il sindaco, Renato Accorinti ha firmato l’ordinanza anti-tir e revocato le ordinanze dei suoi predecessori, Genovese e Buzzanca.

Affinché la nuova ordinanza diventi operativa è necessaria la firma del dirigente del dipartimento Mobilità del Comune Mario Pizzino, attesa nelle prossime ore. Il piano, prevede un presidio permanente h24 del Corpo di Polizia Municipale per prevenire e accertare i divieti a Tremestieri, Campo delle Vettovaglie e Rada San Francesco.

Nuova ordinanza, vecchi problemi. Ai mezzi pesanti sarà dunque vietato di transitare per le vie del centro cittadino ma solo nelle ore di punta, e l’utilizzo della Rada San Francesco sarà concesso in deroga previa autorizzazione della Polizia Municipale che verificherà l’eventuale congestione dell’approdo di Tremestieri (del quale momentaneamente si può utilizzare solo uno scivolo). Proprio il porto della zona Sud è elemento fondamentale per liberare definitivamente le strade di Messina dal transito dei Tir. Di fatto, con questa nuova ordinanza cambierà ben poco (come ammette l’assessore alla viabilità Gaetano Cacciola) ma sarà garantito un controllo più ferreo per regolamentare il traffico pesante. Cacciola auspica che nella seconda metà del mese di dicembre, quando il secondo approdo del porto di Tremestieri verrà ultimato, l’efficacia della nuova ordinanza sarà pienamente operativa, e la città, finalmente (?) sgombra dai Tir.