Messina: il consigliere Santalco chiede l’inserimento del Comune nella Rete Europea ESI

SantalcoIl consigliere comunale di Messina, Giuseppe Santalco (Felice per Messina), ha scritto al sindaco Accorinti al fine di richiedere l’inserimento del Comune nella Rete europea ESI. Ecco la lettera di Santalco:

Il 23 novembre 2010 , attraverso la sottoscrizione di un protocollo d’intesa , la Provincia Regionale di Messina e la Provincia di R.C., assieme ad altre 13 autorità locali i cui territori ricadono sulle sponde di 8 stretti e canali europei  , hanno costituito la rete ESI (Europea Straits Iniziativ) i cui obiettivi prioritari sono : a) il riconoscimento delle identità e delle specificità degli Stretti Europei nell’ambito delle politiche comunitari e nazionali e  b) lo sviluppo di progetti di cooperazione tra partner con l’inserimento di tali iniziative nella programmazione dei fondi strutturali per il periodo 2014/20.        

Nell’ambito di tale protocollo si è convenuto di lavorare insieme per promuovere  , attraverso innovativi  strumenti di governance locale  , lo sviluppo economico, la protezione dell’ambiente, la gestione sostenibile dei trasporti e della logistica, il dialogo interculturale ed il turismo.

Le 13 autorità internazionali (tra cui Messina e Reggio Calabria) hanno presentato, ottenendone il relativo finanziamento, un progetto denominato NOSTRA a valere sui fondi INTEREGG che è in fase di attuazione.           

Il 21 maggio c.a.  , nell’ambito di tale rete di sistema territoriale , è stato sottoscritto dal Presidente della Provincia di Reggio Calabria Giuseppe Raffa e dall’allora Assessore provinciale all’Area dello Stretto Michele Bisignano , uno schema di protocollo d’intesa per la promozione di iniziative comuni per l’individuazione di strumenti innovativi di governance locale.

Tale protocollo prevedeva , tra l’altro, il coinvolgimento  futuro di tutte le realtà locali a partire anche dal Comune di Messina, al fine di costituire un Tavolo Tecnico Scientifico per l’elaborazione di un documento progettuale  che miri ad una strategia condivisa per lo sviluppo sostenibile dell’Area dello Stretto.

L’importanza di essere inclusi come Comune di Messina nell’ambito della rete internazionale ESI è conseguente alla esigenza di potersi proporre alla Comunità Europea (d’intesa con la Provincia di Reggio Calabria), come “Area Vasta dello Stretto” , con un collegamento internazionale tramite le altre 13 Autorità Europee che condividono con Messina e Reggio tale  peculiarità territoriale.

In vista della prossima programmazione dei fondi comunitari, ritengo utile ed opportuno , nel momento in cui la Provincia Regionale di Messina sta attraversando una fase  di incertezza istituzionale, che il Sindaco e l’Assessore al ramo, avviino urgentemente contatti con il Presidente della Provincia di Reggio Calabria e con i rappresentanti già individuati della rete ESI locale per un pieno e fattivo coinvolgimento del Comune di Messina attraverso l’integrazione ed implementazione del Protocollo d’Intesa sottoscritto il 21 maggio scorso.