Messina, i primi 100 giorni con gli occhi degli assessori: progetti realizzati e buoni propositi

assessori accorintiUn documento di 23 pagine descrive tutto quello che è accaduto nei primi 100 giorni dell’amministrazione Accorinti. Ognuno degli assessori ha, infatti, stilato un elenco delle attività svolte, confrontando la situazione attuale con quella trovata al momento dell’insediamento.

Il Vicesindaco Guido Signorino prende la parola subito dopo il discorso introduttivo di Accorinti. L’ assessore al Bilancio, Sviluppo Economico e Turistico, Patrimonio, Rapporti con società partecipate si sofferma in particolare sull’ incertezza riguardo i numeri e la situazione debitoria “ereditata” dalla precedente amministrazione e approfondisce i punti legati ad AMAM e ATM. Il suo proposito è quello di recuperare 2.4 milioni di euro in 4 anni.
Il progetto salvalavoro, a tutela di coloro che stanno scontando la pena delle vertenze messinesi e il progetto crescimpresa, per dare opportunità lavorative ai giovani sono solo due voci dell’elenco che Signorino ha esposto.
Secondo il vicesindaco i contributi più significativi per la città di Messina proverranno dall’inserimento nella Zona Franca Urbana ( la cifra destinata all’intero progetto è pari a 17.250.000 €) e dall’opportunità scaturita dall’istituzione della Città Metropolitana, per cui sarà possibile la gestione diretta dei fondi europei e la nascita di una città moderna, innovativa e capace di attrarre risorse.

L’assessore all’energia, mobilità e trasporti, comunicazione e innovazione, rapporti con l’Europa e il Mediterraneo, Gaetano Cacciola, descrive i cambiamenti in tema ATM: da un’azienda allo sfascio, con una situazione critica del personale si è passati alla nomina di un nuovo commissario, al ripristino del personale e di 40 bus di linea. Si è attivato anche il servizio di un Bus notturno per le discoteche e gli scuolabus. Attivato anche un programma di collegamento tra bus e tram in modo che gli studenti possano raggiungere le scuole in orario. Sono state inoltre sbloccate le procedure per i contributi regionali.
A breve sarà integrato il numero di bus e verrà nominato un direttore tecnico per il servizio delle scale mobili.

E ancora, in tema di trasporti, promosso il PEDIBUS e la METROFERROVIA, di concerto con le Ferrovie dello Stato. Avviata anche una collaborazione maggiore con METROMARE per il biglietto integrato con ATM. Inoltre, a breve, verrà istituita una gara per la pista ciclabile. E’ stata predisposta una nuova ordinanza per impedire lo sbarco e l’imbarco dei TIR alla rada San Francesco e al porto. Per quanto riguarda l’energia è stato avviato un processo di negoziazione con ENEL energia che porterà a un buon risparmio mensile.

L’assessore alle Risorse del mare, Protezione civile, Sicurezza sul lavoro, Politiche giovanili, Autoparco comunale, Filippo Cucinotta assicura che alcuni edifici privati sono stati sottoposti a procedure di adeguamento sismico, ma anche alcune scuole cittadine. L’assessore ha poi ribadito l’intenzione di far rientrare lo Stretto nella sfera del Patrimonio Unesco, nonchè gli approfondimenti fatti per l’attuazione della flotta comunale. E’ stata richiesta inoltre alla Regione l’attivazione del cosiddetto Punto Franco.

L’assessore all’Urbanistica, Lavori Pubblici, Risanamento, Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria su immobili comunali adibiti a servizi, Rete viaria e sottoservizi, Sergio De Cola ha messo in evidenza gli investimenti per quanto riguarda l’appalto per l’agibilità del Teatro Vittorio Emanuele; il sistema di pulizia e gestione dei tombini; le problematiche legate allo svincolo di Giostra. Nell’ambito dell’Urbanistica, da segnalare l’intenzione di individuare aree adibite a impianti sportivi nella zona di San Filippo.

L’Assessore all’ Ambiente, Cimiteri, Verde, Giardini, Autogestione dei beni comuni, Acqua, Nuovi stili di vita, Benessere degli animali, Rifiuti, Arredo Urbano, Daniele Ialacqua, ha spiegato come il suo assessorato abbia basato gli interventi da attuare su due linee fondamentali: la programmazione e la partecipazione. Esempi eloquenti sono la campagna di pulizia delle spiagge cittadine, l’avvio della campagna d’informazione per la raccolta differenziata, le numerose iniziative di volontariato per la pulizia e la manutenzione di vari spazi cittadini.Non sono mancati inoltre gli incontri con le associazioni animaliste e pare ci sia l’intenzione di creare una consulta e di ricercare un’area adatta per un cimitero degli animali. Ancor più importante sarebbe trovare uno spazio per ospitare tutti gli animali randagi. Cruciale e degno di maggiore attenzione è il tema dei rifiuti: sono state predisposte le procedure per il passaggio dal sistema ATO alla Srr e per affidare direttamente la gestione dei rifiuti a Messinambiente. Sono stati inoltre avviati numerosi interventi per la rimozione delle micro-discariche abusive presenti sul territorio. Nel frattempo si cerca di rafforzare l’informazione sulla raccolta differenziata. Maggiore cura è stata dimostrata per il verde urbano, con interventi di potatura e scerbatura.

E’ il turno di Nino Mantineo, deleghe alle Politiche Sociali, Salute, Decentramento e Città Metropolitana, Politiche del Personale, Avvocatura e Contenzioso, Rapporti con il Consiglio comunale. Il suo discorso riguardo la sanità, come prevedibile, si basa sui punti più discussi, dall’ Istituzione di un tavolo tecnico con ASP, aziende ospedaliere, o.d.v., Dipartimento di salute mentale, allo scopo di garantire i diritti delle persone sottoposte al trattamento sanitario obbligatorio, alla vertenza dei lavoratori Theseos. Per l’assessore è inoltre importante definire le necessità della comunità nei rapporti con l’ASP nella programmazione della medicina territoriale ed attivare la legge 238, cioè creare un punto unico di assistenza in collaborazione tra ASP e Comune, allo scopo di favorire un migliore accesso ai servizi.
Continua, in ordine alle sue deleghe, con i servizi sociali, ponendo l’attenzione principalmente sui 18 milioni di euro che non sono stati ancora utilizzati e sulla trasparenza delle attività compiute dalle cooperative sociali e dei rapporti fra queste e l’amministrazione. Non mancano inoltre progetti per l’integrazione, per l’infanzia e gli anziani. Le proposte che mirano a cambiare radicalmente il settore sono quelle inerenti l’attribuzione della cittadinanza onoraria a stranieri e ai loro figli nati a Messina e la redazione di un registro delle Unioni Civili e uno del Testamento Biologico.

La collega Patrizia Panarello, assessore con deleghe alla Pubblica istruzione, Legalità e Pari opportunità, Agricoltura, Artigianato, Commercio, SUAP, Attività promozionale prodotti tipici secondo i principi di sostenibilità, Programmazione fiere, mercati, GAS (gruppi acquisto solidale) , DES (distretti di economia solidale) , RES (reti di economia solidale) prende la parola per esporre la propria attività in questi 100 giorni.
Ha espresso con abbondanza di particolari la situazione riscontrata relativamente ai mercati rionali e le difficoltà alle quali è andata incontro per avviare a soluzione il problema, anche nel caso dei cosiddetti “ambulanti festaioli”.
Tra le iniziative, le proposte e i progetti portati avanti e da concretizzare a breve si segnalano la creazione di un “marchio storico” per le attività con più di 30 anni di esperienza, L’iscrizione al REI (Registro dell’Eredità Immateriale) per le attività artistico-artigianali e tradizionali locali, Richiesta alla Regione Sicilia di Istituzione del Parco dei Peloritani.
Da sottolineare inoltre la volontà di avviare l’iter necessario all’acquisizione e la fruibilità dei beni confiscati alla mafia e, per i Villaggi, l’istituzione di un apposito capitolo di spesa nel Piano Gestionale Economico.
Le note dell’istruzione sono quelle dolenti: il trasporto e la mensa; quest’ultima in particolare, a causa delle scarse risorse a disposizione, non sarà avviata prima di due mesi dall’inizio delle lezioni, ma si sta cercando una soluzione attraverso trattative con confesercenti e sindacati.

L’Assessore Sergio Todesco, che si occupa di Politiche di Integrazione, Cultura e Identità, Spettacoli, Valorizzazione Patrimonio storico, artistico, culturale e Toponomastica, mette in luce gli ambiti principali sui quali tale assessorato vuole puntare: 1- Identità e memoria; 2- Rete; 3- Piazza; 4- Ultimi; 5- Educazione civica e futuro. In particolare, secondo Todesco, risulta essenziale creare un senso di appartenenza e orgoglio civico e la valorizzazione dei luoghi e dell’arte messinese. In particolare si è mirato alla cura del patrimonio librario e archivistico, mediante l’approvazione del Regolamento della Biblioteca Comunale, l’acquisizione di un importantissimo fondo librario-archivistico di pregnante interesse storico-documentario (il “Fondo Capria”), l’ospitalità del Biblio Pride e di alcuni momenti seminariali all’interno del Palacultura.

Tema importante anche quello della Vara, festa tradizionale e fortemente sentita dai Messinesi, per la quale è stato creato anche un apposito Ufficio Vara volto a promuovere e adottare lungo l’intero arco dell’anno tutte le iniziative necessarie al miglioramento della festa e alla sua progressiva provincializzazione.

Tra gli obiettivi prettamente civici quello di potenziare e sostenere il lavoro giovanile e contrastare l’allontanamento dei giovani dalla città. Particolare sostegno si vuole dare alle attività artistiche e performative, come la poesia e la performance di strada.