Messina, emergenza Tir: prove tecniche per liberare definitamente il centro città

APPTREMESTIERILe tratte in entrata, e in uscita dal molo di Tremestieri sono sensibilmente aumentate da 20 a 32 e potrebbero aumentare ancora quando entrerà in funzione il secondo molo. Ma per rendere effettivamente operativa ed efficace l’ordinanza “anti-Tir” del Sindaco Renato Accorinti, sarà necessaria la collaborazione del primo cittadino di Villa S.Giovanni, Rocco La Valle. Intatti, solo attraverso l’intesa con la città della sponda calabrese sarà possibile dirottare i Tir, già da Villa, verso l’approdo di Tremestieri.

Nel frattempo, dato che del porto della zona sud è praticabile solo una invasatura, è necessario attendere i lavori di ripristino del secondo scivolo, che presumibilmente saranno ultimati entro la fine del 2013. Ai mezzi pesanti sarà vietato il transito nel serpentone del viale della Libertà. Inoltre, vi sarà l’annullamento definitivo della concessione dei Pass che autorizzavano eventuali deroghe e saranno installati otto tabelloni informativi (che solo in casi di emergenza, dirotteranno i Tir verso la Rada S.Francesco) lungo la tangenziale. Per quanto riguarda la segnaletica elettronica, l’ingegner Mario Pizzino, dirigente del dipartimento viabilità, nell’attesa della realizzazione dei tabelloni informativi, in alternativa, opterà per l’utilizzo di cartelli ordinari per indicare l’eventuale deviazione.