Messina: approvato ordine del giorno di Garofalo a favore dei Comuni colpiti dall’alluvione del 2011

disastri MESSINA: BILANCIO VITTIME A 20 MA SI CERCA NEL FANGOLa Camera dei Deputati ha approvato l’ordine del giorno del deputato Vincenzo Garofalo con il quale si impegna il Governo, compatibilmente con i vincoli di finanza pubblica, a prevedere nel disegno di legge di stabilità per il 2014, a favore dei Comuni della provincia di Messina interessati dalle alluvioni del febbraio-marzo e novembre 2011, la proroga dell’entrata in vigore dell’Imu secondaria al 2015.

“L’obiettivo- ha dichiarato Garofalo- è quello di evitare agli Enti locali interessati da questi eventi calamitosi e a coloro che vi risiedono, un ulteriore aggravio di adempimenti in corso d’anno, in un periodo già denso di modifiche agli assetti dei tributi locali. In questi Comuni, infatti- prosegue Garofalo- la cessazione dei poteri speciali ha determinato, di fatto, l’arresto delle attività di ricostruzione sia delle opere pubbliche sia di edifici privati (ad uso abitativo come ad uso produttivo) che sono stati distrutti o danneggiati durante le alluvioni del 2011, con la conseguenza che gli effetti della crisi economica che colpisce in generale il Paese sono ancora più avvertiti in quelle aree. E’ auspicabile dunque- conclude il deputato- un intervento del Governo al fine, quantomeno, di alleviare gli adempimenti imposti dai rigidi vincoli di finanza pubblica”.