Messina, Alessandro Tinaglia su Zona Falcata e Ospedale Margherita: “Competenze, non approssimazioni”

reset tinagliaSi sofferma su questioni come Zona Falacata ed ex Opsedale Marghetita, Alessandro Tinaglia, rappresentante del Movimento Reset!, chiamando in cuasa la recente visita di Crocetta a Messina “Sono stati presi svariati impegni  rispetto ai quali, però, voglio soffermarmi su due in particolare. Lo faccio poiché nel caso della Zona Falcata e dell’ex Ospedale Margherita si sono dette, probabilmente delle inesattezze. Spero di sbagliarmi, ovviamente, poiché se le notizie di cui sono in possesso fossero vere allora rischieremmo di fare ridere tanta gente” continua poi Tinaglia “Se da un lato la Zona Falcata ed i 110 mila metri quadrati destinati dalla legge a Punto Franco non sono certamente adeguati per la lavorazione e le attività free tax, tale area, invece, è assolutamente adeguata per realizzarvi la parte direzionale sposando quella produttiva nelle aree di Giammoro; lì dove proprio autorità Portuale sta realizzando il nuovo pontile e dove la disponibilità di aree e le condizioni meteo-marine sono certamente più adeguate alle attività di un Punto Franco”.

Per quanto riguarda l’ex Ospedale Margherita si è assisitito ad un accordo che prevede che il nuovo Palagiustizia venga realizzato con i fondi Ministeriali presso la Casa dello Studente e che l’Università utilizzi parte dell’ex ospedale per realizzarvi alloggi universitariMi riferiscono da Palermo, alcuni consulenti che lavoravano all’assessorato durante la vecchia legislatura, che l’ex ospedale Margherita sia utilizzabile esclusivamente a fini sanitari poiché disponibile nel patrimonio ragionale a seguito di una donazione che ne vincola l’utilizzo in tal senso”  continua  “La qualcosa, che ripeto, mi auguro essere infondata e rispetto alla quale avrò ulteriori informazioni la prossima settimana sarebbe a dir poco imbarazzante vista la potenza di fuoco che si è mossa per avviare tale procedura.Non ho atteso ad intervenire solo perché i tempi sono molto stretti ed invito dunque il Sindaco e l’Amministrazione Comunale ad attivarsi per verificare tale eventualità presso l’Assessorato regionale competente” .

Tinaglia conclude la sua posizione personale sottolineando ” La conoscenza delle questioni, la competenza e la serietà, lo dico da quando cominciai la mia esperienza politica oltre due anni fa, non possono andare di pari passo con i proclami e l’approssimazione. Non sapere che la destinazione d’uso del Margherita non è compatibile con la creazione di alloggi universitari e, quindi, con la realizzazione del secondo palazzo di Giustizia presso la Casa dello Studente, ne è un esempio lampante”