Melito Porto Salvo (Rc), Area Grecanica in Movimento organizza raccolta firme per l’istituzione del bilancio partecipato

imagesIl Movimento Politico Area Grecanica In Movimento promuoverà nelle prossime settimane una raccolta firme sul territorio melitese per la presentazione di una proposta, ai sensi dell’art. 35 dello Statuto comunale, che porti alla istituzione del bilancio partecipato. Tale iniziativa tende a favorire la partecipazione dei cittadini all’amministrazione dell’Ente al fine di assicurarne il buon andamento, l’imparzialità e la trasparenza. Molte Municipalità nel mondo da anni sperimentano con successo un processo di partecipazione popolare all’Amministrazione pubblica attraverso il Bilancio partecipato, uno strumento con il quale la cittadinanza contribuisce a determinare le modalità di assegnazione di una parte delle risorse economiche a disposizione dell’Ente. I principali obiettivi che il Bilancio partecipato persegue sono di facilitare il confronto con la cittadinanza, rispondere nel modo più efficace ai bisogni dei cittadini, informare e sensibilizzare sulle tematiche di sostenibilità a livello locale, favorire forme di democrazia diretta attraverso la cultura della partecipazione. In questa direzione devono privilegiarsi momenti di discussione organizzati o per ambiti territoriali o su tutto il territorio comunale, i cittadini e gli altri portatori di interesse devono poter comprendere ogni aspetto della gestione finanziaria dell’Ente anche attraverso la pubblicazione di tutto quanto possa riguardare i servizi offerti e i costi sostenuti avendo a disposizione anche idonei indicatori per la valutazione dei risultati conseguiti.
La proposta, ai sensi dell’art. 35 dello statuto comunale, da sottoporre ai cittadini e che successivamente sarà trasmessa alla Commissione Straordinaria, richiede di svolgere gli atti amministrativi necessari per deliberare l’introduzione dello strumento democratico del Bilancio Partecipato , di prevedere, attraverso la modifica dello Statuto comunale, l’introduzione dell’obbligo per l’Amministrazione comunale di redigere annualmente il Bilancio partecipato. Si chiede, inoltre, di iniziare, nelle more, la predisposizione di un progetto di “Bilancio trasparente e comprensibile” per garantire la massima trasparenza e con l’obiettivo di comunicare ai cittadini in modo chiaro e semplice la situazione finanziaria economica e patrimoniale, le attività svolte, le spese sostenute, la destinazione degli investimenti, i risultati ottenuti in termine di qualità ed economicità dei servizi erogati con la pubblicazione online sul portale web del comune dei relativi dati, di effettuare gli interventi necessari che rendano i dati di bilancio già disponibili in un formato più chiaro e comprensibile pubblicando un bilancio semplificato sul portale Internet del comune.