Licata (Ag), uomo evade dai domiciliari e si fa incarcerare: “non ho soldi, avevo fame”

manetteCalogero De Caro, 41 anni, di Licata (provincia di Agrigento), è l’involontario protagonista di una storia fuori dal comune. L’uomo si trovava agli arresti domiciliari, dopo che era stato denunciato dalla moglie per maltrattamenti. Una difficile situazione economica, quella di De Caro, che era degenerata provocando pesanti ripercussioni in famiglia.

L’uomo però è indigente, ad addirittura viveva senza corrente elettrica, gas e, soprattutto, senza potersi permettere di acquistare del cibo. Così ha violato la restrizione e si è recato nella vicina caserma dei Carabinieri, consegnandosi spontaneamente. Non possiedo soldi e ho fame. Almeno in carcere ho due pasti al giorno assicurati”, avrebbe detto De Caro ai militari, che sul momento non hanno potuto far altro che assecondarne la richiesta.

Il “soggiorno” è comunque durato solamente pochi giorni. Già venerdì il giudice del Tribunale di Agrigento lo ha rimandato a casa agli arresti domiciliari. La storia di De Caro ha però colpito i Carabinieri di Licata, che hanno deciso di fare una colletta per garantire all’uomo almeno qualche giorno di sussistenza.