Le Iene a Messina sulla chiusura abusiva di via Nicaragua

iene accorinti“La mia libertà finisce dove inizia la sua”, sono le parole di una cittadina della zona di via Nicaragua, riferite all’inviato Mauro Casciari del programma tv Le Iene.

Le Iene, dunque, tornano a Messina, e questa volta non si tratta della parentopoli dell’Ateneo della città dello Stretto. La questione messa sotto i riflettori dagli “inviati in nero” della trasmissione di Italia 1, riguarda la chiusura della via Nicaragua, nel quartiere di San Licandro.

L’inviato Mauro Casciari, e la troupe televisiva, si sono così imbattuti nella strana vicenda di una stradina detta “a scinnuta di pescaturi” che in una calda mattinata di agosto è stata parzialmente chiusa da un nucleo familiare che abita nei pressi per adibirla a giardino privato, con tanto di piante esotiche e cartello “proprietà privata”. La porzione di strada usurpata detiene al suo interno una palo della luce ed un tombino Enel, ma cosa assai più strana, dà esattamente all’esterno degli uffici della V° circoscrizione.

Nel servizio proposto dalle Iene, e andato in onda nella puntata di ieri sera, sono stati intervistati il Sindaco Renato Accorinti, che ha dichiarato: “faremo gli opportuni controlli e accerteremo attraverso la relativa documentazione, se è stato commesso un illecito nel posizionamento del cancello in ferro. Entro un paio di giorni saranno definite eventuali ed ulteriori responsabilità”. Mentre il presidente della V° circoscrizione, Santino Morabito ha precisato: “la famiglia è già stata verbalizzata dal corpo di Polizia Municipale per installazione abusiva del cancello”.

Insomma, la burocrazia, sollecitata dall’intervento delle Iene (sempre abili nel dare rilievo a casi d questo di tipo) farà il suo corso. Gli abitanti della zona, speranzosi, attendono…

Qui il video del servizio de Le Iene su via Nicaragua