Lampedusa, immigrati. William L. Swing (Oim): “Dare priorità al salvataggio delle vite umane”

William L. Swing“Dare priorita’ assoluta al salvataggio di vite umane”. Lo chiede il direttore generale dell‘Organizzazione internazionale per le migrazioni, l’ambasciatore William L. Swing, oggi a Lampedusa, da dove ha sollecitato una collaborazione piu’ intensa, dopo l’ultima tragedia. Tra le proposte dell’Oim, rilanciare i canali legali di migrazione, ampliare programmi di Resettlement, istituire centri di assistenza per migranti nei paesi di transito. “Nonostante gli sforzi coraggiosi di centinaia di soccorritori - ha detto Swingdecine di migliaia di migranti sono annegati nel Mediterraneo negli ultimi 15 anni. Oltre a quanti sono periti nel fine settimana, almeno altre 364 persone sono annegate venerdi’ scorso al largo di Lampedusa“. L’Oim ritiene che le autorita’ “debbano assicurare che chiunque viaggi in condizioni di insicurezza sia soccorso e riceva adeguata assistenza umanitaria e che i trafficanti che approfittano della disperazione di questi individui siano perseguiti”. Occorre rafforzare anche la cooperazione per contrastare i trafficanti. “Dialogo e cooperazione rinnovati – conclude Swingdovrebbero essere sostenuti da un cambiamento nel discorso pubblico sull’immigrazione, riconoscendo che la migrazione e’ un processo da gestire e non un problema da risolvere”.