Lampedusa, sono 111 i corpi recuperati. Sospese le ricerche a causa delle condizioni del mare

The wreck of Lampedusa IslandSono 111 finora i corpi dei migranti vittime del tragico naufragio di ieri davanti a Lampedusa recuperati dalle squadre di soccorso della guardia costiera. Circa la metà donne, quattro i bambini. Decine di cadaveri attendono ancora di essere estratti dal relitto. E’ stato indetto per oggi un giorno di lutto nazionale. Alfano riferirà alla Camera facendo appello ancora una volta all’Europa. Intanto, si riaccendono lo scontro tra il ministro Kyenge e la Lega, e il dibattito sulla Bossi-Fini.

Una messa verrà celebrata alle 18 nella chiesa di Lampedusa per commemorare le vittime del naufragio di ieri. Dopo l’omelia celebrata da don Stefano Nastasi, partirà una fiaccolata dei lampedusani che percorreranno via Roma.

Il peggioramento delle condizioni meteo marine a Lampedusa sta rendendo più difficoltose le operazioni di recupero dei corpi dei migranti morti, dunque, al momento, sono state sospese le immersioni dei sommozzatori. Le motovedette con i sommozzatori a bordo restano comunque nella zona del naufragio affinché, non appena le condizioni lo permetteranno, si possano riprendere le immersioni.

Abbiamo salvato oltre 150 persone, ci sono ad ora 111 morti, ma il bilancio non è definitivo, perché ci sono altre decine di corpi incagliati tra le lamiere del peschereccio affondato”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, nel corso de ‘La telefonata di Belpietro’ su Canale 5. “Bisogna assegnare il Nobel per la pace a Lampedusa”, ha detto Alfano.
Bisogna agire in Europa e in Africa per contrastare i flussi di immigrazione illegale che causano tragedie come quelle di ieri a Lampedusa. “Faremo sentire fortissima – ha ribadito Alfano – la nostra voce in Europa per cambiare il regolamento di Dublino che scarica troppo sui paesi di primo ingresso il peso dell’immigrazione irregolare”.