Lamezia Terme, 9 milioni di euro per la Sacal

SacalDi seguito la nota diffusa dal Coordinamento Prov.Le UDC,  Salvatore De Biase:

Dopo i corposi investimenti che hanno interessato in questi anni il territorio lametino provenienti dalla programmazione regionale calabrese, che richiamano:

<il lungomare- per 2.800,00 euro;

<il porto turistico per 2.100.00,

<il Parco Costabile per 3.200.00 (tempo libero, attività culturali in genere e verde pubblico) <il Campo Sportivo Gianni Renda 300,00 euro,

<9 milioni di euro, giungono ancora per la struttura aeroportuale ricadente nel territorio cittadino, così come ufficialmente dichiarato dal Presidente Giuseppe Scopelliti, assieme all’assessore Luigi Fedele e a quanti hanno partecipato all’annuncio di tale finanziamento.

Una bella boccata di ossigeno per la Sacal, per la sua prospettiva e per la nostra città, specie in questo momento di crisi e ristrettezza economica, Ciò è motivo di apprezzamento per la politica regionale calabrese, per il lavoro di equilibrio svolto.

Insomma, un congruo finanziamento per le strutture aeroportuali di Kr E RC, era necessario, e per la Sacal era certamente dovuto, in quanto il nostro aeroporto, a ragione, può essere definito, il più importante della Calabria.

Lamezia, quando deve protestare su fatti e questioni che la vedono penalizzata, risulta più che mai giusto, ma in questo caso va dato merito alla rappresentanza regionale di questo città, al Presidente Scopelliti e all’assessore Fedele, in quanto, tra l’altro, attraverso l’investimento menzionato,  più aumentano i passeggeri ed il prestigio del nostro aeroporto, più aumentano gli introiti per Lamezia, dovuti essenzialmente alla royalty scaturente dal fatto che l’aeroporto stesso insiste sul nostro territorio-.

Dunque parimenti al Presidente Scopelliti, plaudiamo al Presidente Franco Talarico, il quale, (fatto storico da non dimenticare) per la prima volta, rappresenta la città  nella massima assise del Consiglio Regionale, e come consapevolmente va riconosciuto, in questi anni, per come riportato dai fatti menzionati, risulta concretamente e visibilmente a favore della Calabria e del proprio territorio, favorendo come nello specifico, un turismo che ancora deve scoprire la Calabria migliore, pronto ad essere accolto da incoraggiate compagnie aeree, attraverso nuove tratte e nuovi  collegamenti.