Intervento dell’assessore Fedele sull’abolizione delle limitazioni imposte da Enac all’aeroporto di Reggio

CalabriaL’assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – ha espresso soddisfazione per l’esito positivo con cui si è conclusa la vicenda legata alle cosiddette limitazioni tecnico operative sull’aeroporto di Reggio Calabria “Tito Minniti” imposte dall’Enac.
“Accolgo con piacere – ha dichiarato Fedele – l’annuncio del presidente della Sogas Carlo Alberto Porcino in merito alle attenuazioni di tali limitazioni che rappresentano un impedimento reale per lo sviluppo dello scalo reggino. Si tratta, infatti, di un risultato concreto al quale si è arrivati dopo un buon lavoro in tal senso della Sogas e una costante interlocuzione con i vertici del Ministero, al fine di mettere in atto azioni efficaci e decisive per garantire il diritto alla mobilità dei cittadini dell’area dello stretto. Di fatto – ha evidenziato l’assessore ai trasporti – la sinergia di intenti tra la Regione, la Sogas e la Provincia di Reggio Calabria ha permesso di aggiungere un altro importante tassello nell’ambito di un progetto ad ampio raggio che vede nello sviluppo e nella crescita dello scalo reggino il suo obiettivo principale. Va reso atto, comunque, allo sforzo profuso da tutte le parti coinvolte ma, soprattutto, al presidente della Regione Giuseppe Scopelliti che, nel corso dell’ultimo incontro con il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Maurizio Lupi, ha messo in chiaro le esigenze e l’estrema necessità dell’aeroporto dello Stretto di avviare il processo finalizzato all’eliminazione delle limitazioni imposte dall’Enac. L’assessorato che dirigo – ha infine affermato Fedele -, dando seguito alle intenzioni del presidente Scopelliti, non ha mai lesinato sforzi per il rilancio del Tito Minniti, considerando l’ampliamento dell’offerta di voli dello scalo aeroportuale reggino, con l’aggiunta di nuove tratte e della charteristica, uno dei punti focali su cui puntare da qui al prossimo futuro”.