Immigrati, ‘nodo’ rimpatrio: possibile solo per vittime Lampedusa identificate

imagesMentre ancora il mare continua a restituire i corpi dei dispersi, altri otto questa mattina, si lavora in queste ore per sciogliere il ‘nodo’ del rimpatrio delle vittime di Lampedusa. Nonostante la disponibilità offerta dal governo eritreo ad accogliere le salme delle oltre 300 vittime del naufragio, la normativa in vigore prescrive che il rimpatrio all’estero di eventuali vittime in territorio italiano possa avvenire solo in seguito all’identificazione e ad un’esplicita richiesta dei parenti. Identificazione che, al momento, è stata stabilita con certezza solo per un numero limitato delle vittime del naufragio di Lampedusa.