Immigrati, catastrofe Lampedusa: 82 morti e circa 300 dispersi, “orrore impressionante”

105851286-170ec128-b7c4-448a-95ea-0ed63f2cd69fSull’imbarcazione naufragata c’erano in tutto 500 persone: di queste, 141 sono state messe in salvo, mentre mancano ancora all’appello 250 persone“. Le vittime accertate sono finora 82 mentre i superstiti sono saliti a 150, “ma ancora ci sono corpi che galleggiano in mare“. Cosi’ a Sky Tg24 Antonino Candela, commissario Asp di Palermo, che sta coordinando le operazioni di assistenza ai superstiti – probabilmente somali ed eritrei – a proposito del naufragio del barcone avvenuto sulle coste di Lampedusa, nella zona dell’isola dei Conigli. A bordo anche un incendio: i migranti avrebbero acceso un falo’ per attirare l’attenzione e farsi soccorrere. Tra i morti, anche due bambini e una donna incinta. “È un orrore continuo, non conosciamo le dimensioni della tragedia“. Lo ha detto il sindaco Giusi Nicolini, che ha parlato anche di un mare pieno di cadaveri. Al telefono scoppia a piangere mentre, sul molo, assiste all’arrivo delle barche cariche di cadaveri. “Non finiscono mai di portare e scaricare morti” dice tra i singhiozzi. Nicolini si aggira smarrita tra la fila di corpi che si allunga sempre di piu’. Con un filo di voce aggiunge: “Venite a vedere. E’ una scena impressionante“.