Il Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti ha incontrato i rappresentanti del terzo settore

CalabriaIl Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti ha incontrato questa mattina, presso la sede del consiglio regionale, i rappresentanti del terzo settore della città di Reggio Calabria. All’incontro – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – hanno preso parte anche l’Assessore alle Attività Produttive Demetrio Arena, l’Assessore alle Politiche Sociali Nazzareno Salerno ed il Dirigente Generale del Dipartimento Politiche Sociali Bruno Calvetta. Presenti, inoltre, i rappresentanti del Comune di Reggio Calabria e quelli sindacali.

E’ stato evidenziato dai presenti – e confermato dai rappresentanti del Comune – che solo grazie all’intervento della Regione sono stati garantiti i servizi, in quanto l’amministrazione guidata dal Presidente Scopelliti per il 2013 si è fatta carico di coprire con fondi propri il 30% della somma necessaria, che il Comune non avrebbe potuto garantire a causa dei tagli del governo agli stessi comuni.

Inoltre, nell’ambito della legge N.19 del 3 maggio 2012 recante “Interventi di inclusione sociale, integrazione socio-sanitaria e contrasto alla povertà per gli agglomerati urbani a maggiore concentrazione di popolazione” la Regione ha stanziato 5 milioni e mezzo di euro in favore del terzo settore, per cui una parte di queste somme potrà essere utilizzata per attività future.

Il portavoce del terzo settore Luciano Squillaci ha illustrato le criticità riguardanti le erogazioni di risorse pari a 1 milione e 115 mila euro ed ha posto l’accento sulla necessità di programmare i servizi del 2014, alla luce di probabili tagli che si aggirerebbero, anche per il prossimo anno, attorno al 30%. Il Presidente Scopelliti si è impegnato a verificare la situazione relativa alle erogazioni, rassicurando i presenti sul fatto che per il 2014 sono già stati previsti oltre 800 mila euro.

“La Regione Calabria ha fatto una scelta precisa – ha affermato il Presidente Scopelliti – utilizzando fondi del proprio bilancio in favore del sociale e promulgando, lo scorso mese di maggio, una legge di contrasto alla povertà per gli agglomerati urbani, a dimostrazione della grande attenzione dell’ente verso questo comparto. Tante risorse sono state stanziate e sto verificando ciò che ancora deve essere liquidato nel rispetto dei vincoli imposti dal patto di stabilità. La legge di stabilità taglia ulteriormente fondi alle Regioni ma permette un maggiore respiro ai Comuni, per cui è necessario verificare bene la situazione e, conseguentemente, che ognuno faccia la sua parte rispetto alle risorse che verranno messe a disposizione. Auspico, però, che gli attori principali – ha concluso il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti – si rivolgano prioritariamente a chi è preposto a garantire i servizi, perché la Regione darà sempre il proprio contributo ma non bisogna dimenticare che opera in regime sussidiario rispetto ad altri enti”.

I presenti al tavolo hanno ringraziato il Presidente Scopelliti per la disponibilità e per l’attenzione verso il terzo settore ed è stato programmato un incontro tecnico per mercoledì prossimo, presso l’Assessorato regionale alle Politiche Sociali a Catanzaro, al fine di chiarire esattamente gli interventi già posti in essere dalla Regione e quale debba essere il corretto utilizzo di tali risorse, anche alla luce delle varie criticità e dei debiti pregressi nel comparto del Comune di Reggio Calabria.