Il nuovo presidente di Confindustria Messina Alfredo Schipani visita la Raffineria di Milazzo

raffineria milazzoLa RAM ha avuto l’onore di ospitare il neo presidente di Confindustria Messina, Alfredo Schipani nella sua prima uscita pubblica dopo l’elezione. Il presidente, giunto insieme al direttore generale Laura Biason ed ai vice presidenti Salvatore Arcovito e Sebastiano D’Andrea, è stato accolto dal direttore generale RAM Gaetano De Santis, neoeletto vice presidente dell’Associazione con delega ai Rapporti tra Grandi e Piccole imprese e all’Ambiente.

Nel corso della visita si è parlato di lavoro e di sviluppo territoriale, e si sono poste le basi per una sinergia sempre più stretta tra la RAM e Confindustria Messina per portare benefici a tutti gli associati.

Riportiamo di seguito una dichiarazione del Presidente Schipani rilasciata alla stampa: “Abbiamo iniziato oggi un ciclo di visite presso i nostri Soci. È bello constatare la presenza sul nostro territorio di eccellenze produttive riconosciute a livello internazionale, eccellenze mortificate da una burocrazia lenta e cavillosa che ne frenano continuamente lo sviluppo, come nel caso del nuovo impianto ad idrogeno che è stato ultimato a giugno ma è ancora in stand-by, un’opera costata 65 milioni di euro, interamente finanziata dagli azionisti RAM. Impianto però di fatto inutilizzabile a causa dell’inerzia delle istituzioni, nonostante la tempestività delle risposte fornite dalla Raffineria alle richieste di chiarimenti. Il paradosso è che l’impianto si basa su tecnologie consolidate che riducono l’impatto ambientale, e che impianti di questo tipo sono presenti in tutte le migliori raffinerie del mondo e, in RAM, ve ne sono già due in attività da alcuni anni“.