Galati Marina (Me): otto anni di reclusione per aver accoltellato il padre

tribunale-messina-c2a9-sostine-cannataAccusato di tentato omicidio aggravato da futili motivi Giancarlo Pugliatti, 30anni, è stato condannato a 8 anni di reclusione su disposizione del Gup Antonino Genovese.

Il fatto è avvenuto nel maggio scorso a Galati Marina  quando, a seguito di alcuni diverbi, il 30enne avrebbe accoltellato il padre all’addome. I carabinieri, allertati da diverse segnalazioni, arrivarono nell’abitazione familiare trovandosi davanti una scena sconvolgente: il padre riverso a terra in una pozza di sangue e il figlio in stato di shock , con ancora in mano il coltello che aveva utilizzato per aggredire il genitore che per fortuna, dopo essere stato trasportato in ospedale, riuscì a cavarsela. Alla base della lite non ci sarebbero motivi seri.

Pugliatti è stato difeso dall’avvocato Roberto Gagliardi il quale ha chiesto ed ottenuto il rito abbreviato, permettendo così all’uomo di avere una piccola riduzione della pena, erano stati infatti chiesti dal Pm 9anni.