Dal 5 al 10 novembre torna la seconda edizione del Tropea Festival Leggere&Scrivere

Tropea Festival Leggere&ScrivereSi avvicina la seconda edizione del TropeaFestival Leggere&Scrivere, naturale evoluzione del Premio Letterario Nazionale Tropea. Gli eventi in programma dal 5 al 10 novembre avranno luogo nei quattro comuni di Tropea, Vibo Valentia, Serra San Bruno e Soriano Calabro. Il cartellone prevede numerosi appuntamenti, dibattiti, focus, approfondimenti, itinerari culturali abbinati a scrittori,intellettuali, performers e molto altro ancora. Numerose le personalita’ chiamate a un confronto fra lettura e scrittura nell’epoca dei nativi digitali, per un percorso che non vuole rappresentare solo un tradizionale festival di letteratura, ma costituire un’occasione importante di condivisione culturale e promozione della lettura. Fra gli ospiti della rassegna: Nicola Gratteri, Antonio Nicasio, Curzio Maltese, Mimmo Gangemi, Franco Piperno, Carmelo Strano, Giordano Bruno Guerri, David Riondino, Gian Arturo Ferrari, Niccolo’ Fabi, Cristina Dona’. Il festival si chiudera’ con le tre serate conclusive del Premio Nazionale Letterario Tropea, l’8, il 9 e il 10 novembre, in cui saranno protagonisti i finalisti dell’edizione 2013: Edoardo Albinati (per “Vita e morte di un ingegnere”, Mondadori), Benedetta Palmieri (“I Funeracconti”, Feltrinelli) e Vito Teti (“Il patriota e la maestra”, Quodlibet). Con loro e attorno a loro, secondo tradizione, si svilupperanno le tre serate dedicate ai temi dell’attualita’ letteraria, culturale e giornalistica, nelle quali culmineranno gli incontri del TropeaFestival Leggere&Scrivere. Anche quest’anno la giuria tecnica e popolare – presieduta da Isabella Bossi Fedrigotti – decretera’ il vincitore.Quest’anno il festival, nell’ottica della multidisciplinarieta’, si suddivide in quattro sezioni: “Una regione per leggere”, “Carta Canta”, “Calabria fabbrica della cultura”, “Premio Tropea”. “Una regione per leggere”: eventi dedicati alla promozione della lettura, uno spazio in cui approfondire cause e rimedi per superare la disaffezione culturale in una regione che, pur non ultima nelle statistiche sulla lettura in Italia, arranca ancora con circa 12 punti percentuali in meno rispetto alla gia’ non troppo esaltante media nazionale. Iniziativa finalizzata a proporre una maggiore attenzione ai presidi del libro, intesi come editoria, librerie e biblioteche. “Carta Canta”: scrittori, musicisti e intellettuali approfondiscono il legame tra musica e parola. Una serie di incontri e spettacoli che si propongono di indagare tale relazione attraverso le loro opere. “Calabria fabbrica della cultura”, terra estrema, in senso geografico e in senso culturale. Dove tutto e’ presente: le lingue vive e le lingue quasi morte (albanese, grecanico, occitano), eppure gelosamente tenute in vita da comunita’ sopravvissute alla storia, le straordinarie vestigia di civilta’ antiche e le deturpazioni prodotte da una equivoca interpretazione di modernita’. Calabria fabbrica di cultura, un luogo di produzione dove la convinzione che muove chi vuole fare “fabbrica” e’ una: quello che si produce e’ utile. Il Premio Tropea, giunto quest’anno alla settima edizione, rappresenta il nucleo centrale dal quale si e’ sviluppato il progetto del TropeaFestival Leggere&Scrivere, e’ il primo premio in Italia a veicolare le opere finaliste attraverso il formato digitale dell’e-book. Nell’albo d’oro dei vincitori delle passate edizioni figurano Roberto Saviano, Gianrico Carofiglio, Carmine Abate, Mattia Signorini, Donatella Di Pietrantonio, Mimmo Gangemi.