Coni Calabria, presentati i corsi di formazione della Scuola regionale dello Sport

coni calabria 2Il Coni Calabria ha presentato i nuovi corsi della Scuola regionale dello Sport che si aprono con il Corso di primo livello per la formazione di dirigenti sportivi.

Il presidente del Comitato olimpico regionale e della Scuola regionale dello Sport, Mimmo Praticò, visibilmente soddisfatto per la massiccia partecipazione, ha aperto il suo intervento evidenziando che «questo fondamentale percorso ha l’obiettivo di fornire nozioni utili ai giovani che vogliono svolgere l’attività di dirigente sportivo con impegno, passione e professionalità. Tutte doti indispensabili per far avvicinare alla disciplina sportiva coloro i quali vogliono praticarla in modo sano. I giovani – ha aggiunto Praticòsono sempre più interessati ad attrattive futili che spesso li conducono alla depressione o all’emarginazione. In questo senso, il dirigente sportivo può svolgere un ruolo educativo e sociale; per poter assolvere alla sua funzione, però, questa importante figura deve possedere il “quid” in più che è dato dalla voglia e dalla capacità di saper coinvolgere il prossimo».

Il corso per dirigente sportivo, che è gratuito, si articolerà in tre moduli nel corso dei quali verranno fornite conoscenze trasversali riguardanti il marketing, gli aspetti giuridici e la medicina sportiva. «Sarà condotto – ha concluso Praticòda docenti qualificati della SRS e questa è una garanzia di qualità. Auspico, quindi, che l’inizio di questo nuovo percorso per i giovani sia foriero di risultati positivi». Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti i docenti del Corso, tra cui il Vicepresidente del Coni Calabria Mimmo Albino, il presidente regionale del Comitato italiano paralimpico Tito Messineo, il presidente regionale della Federazione italiana medici sportivi Carmelo Puntorieri e i titolari degli insegnamenti di Marketing sportivo e Diritto dello sport, rispettivamente Paolo Frascati e Giandomenico Stilo.

Il 26 ed il 27 ottobre, inoltre, si svolgerà un corso di formazione regionale di primo livello per “Esperti di attività motoria per la terza età” che offrirà ai partecipanti le competenze necessarie per sviluppare percorsi psicomotori utili al mantenimento di un sano stile di vita. Nel mese di novembre invece la Scuola proporrà “Diversamente Sport”, un corso di formazione regionale rivolto agli  educatori sportivi per diversamente abili.

coni calabriaIn chiusura di presentazione, l’intervento del prof. Mimmo Albino che ha sottolineato la centralità della figura del dirigente sportivo, per la quale esiste una forte richiesta da parte del nostro territorio. «È importantissimo – ha evidenziato Albino - migliorare la qualità della vita attraverso lo sport sia per una maggiore tutela della salute del cittadino sia perché una minore morbilità può portare a un considerevole risparmio nel bilancio statale. Non possiamo accettare – ha concluso il Vicepresidente del Coni Calabria – che il 38% della nostra popolazione non svolga alcuna attività sportiva e neanche che esista un tasso di abbandono dello sport che aumenta in modo esponenziale dopo la  conclusione della scuola dell’obbligo. Bisogna investire, quindi, sulle risorse, soprattutto quelle umane, educando ai valori sportivi e creando delle figure che sappiano come promuovere lo sport in modo sano e pulito».