Comune Sedriano parte civile contro ‘Ndrangheta

images 9Il gup di Milano Andrea Ghinetti ha ammesso come parte civile il Comune di Sedriano, il primo in Lombardia ad essere sciolto per mafia, nell’udienza preliminare sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta in Lombardia a carico, tra gli altri, dell’ex Assessore alla Casa Domenico Zambetti. Il Comune si è costituito parte civile, attraverso il suo commissario, contro l’ex sindaco Alfredo Celeste e il medico Marco Scalambra imputati nell’udienza preliminare assieme all’ex esponente della Giunta Formigoni, accusato anche di voto di scambio.

Il giudice ha inoltre accolto la richiesta di rito abbreviato di altri due imputati (per uno ha respinto l’abbreviato condizionato), che si aggiungono agli altri già ammessi al processo con il rito alternativo. Il Comune di Sedriano, 11mila abitanti in provincia di Milano, è stato sciolto per mafia la scorsa settimana ed è stato commissariato su proposta del ministro dell’Interno Angelino Alfano. L’ex sindaco Celeste, Zambetti, Scalambra e alcuni presunti boss, tra cui Eugenio Costantino (anche lui imputato), furono arrestati nell’ambito dell’inchiesta della Dda milanese il 10 ottobre dell’anno scorso.