Cgil Messina, il 10 ottobre l’assemblea sui cantieri di servizio

Fillea CgilGiovedì prossimo, 10 ottobre, presso la sede della cgil di Messina di via Peculio Frumentario, si terrà un’assemblea cittadina sui Cantieri di servizi per spiegare modalità di accesso, funzionamento e tempistica.

L’Assemblea sarà curata dalla Fillea – la categoria della Cgil che segue il settore edilizia, legno e affini- che già lo scorso anno aveva costituito un Comitato dei Disoccupati per programmare iniziative e percorsi per reagire alla crisi.

Una crisi economica che  ha ingrossato l’esercito dei disoccupati di questa città, gettando nello sconforto migliaia di lavoratori e le loro famiglie. In questo quadro, la notizia della prossima attivazione dei “cantieri di servizi” col relativo sussidio previsto per i circa 800 disoccupati che dovrebbero prendervi parte – ha generato in città tante e legittime aspettative, soprattutto  in chi si trova privo di qualsiasi sostegno al reddito- osservano Biagio Oriti segretario generale Fillea Messina e Daniele David della segreteria della Fillea-. C’è, quindi, la necessità di offrire chiarezza sui termini, le procedure ed i tempi relativi a questa specifica iniziativa avviata dalla Regione Siciliana”.

Sperimentati in alcuni comuni delle province di Enna e Caltanissetta, i “Cantieri di servizio” prevedono la possibilità di impiegare volontari che verranno indennizzati con somme provenienti da risorse comunitarie. Nei mesi scorsi il Governo Regionale ha stabilito di estendere il progetto a tutti i comuni dell’Isola, Messina compresa. Nei cantieri di servizi,  cui durata non potrà essere superiore a tre mesi per singolo cantiere, potranno essere impegnati soggetti di età compresa tra i 18 anni compiuti e 65 anni non compiuti, residenti nel comune da almeno sei mesi secondo le seguenti percentuali di ripartizione delle risorse: 50% soggetti di età compresa tra 18 e 36 anni; 20% ai soggetti d’età comprese tra i 37 ed i 50 anni; 20% ultracinquantenni; 5% portatori di handicap; 5% immigrati residenti da almeno 6 mesi nel territorio del Comune in possesso di carta di soggiorno.

Il reclutamento dei soggetti da impegnare nei cantieri servizi verrà effettuato dal Comune attraverso apposita graduatoria che terrà conto del basso reddito e darà diritto ad un’indennità di partecipazione come misura di sostegno al reddito, da calcolarsi sula base del D.lgs 18 giugno 1988 n°237.

Ulteriori dettagli e informazioni verranno fornite durante l’assemblea di giovedì pomeriggio.