Calabria, Talarico: “grazie a coraggio Lea Garofalo mafia non è più mostro invincibile”

francesco talaricoOggi la mafia non appare più come quel mostro invincibile di un tempo, grazie anche al coraggio di donne come Lea Garofalo che, per non lasciarsi risucchiare nel tunnel cupo della criminalità, ha pagato con la vita. Perciò, non finiremo mai di essere grati al coraggio di questa donna diventata simbolo di un’antimafia militante che chiede soprattutto coerenza, verità e giustizia”. Lo sostiene il presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico, secondo cui: “La Calabria ed il Mezzogiorno, ma direi il Paese nella sua interezza, non debbono dimenticare il coraggio di questa donna assassinata perché ha sfidato i codici della ‘ndrangheta, rotto il silenzio imposto da ambienti malavitosi ed indicato a tutti noi la strada per affrancare le nostre realtà dai poteri criminali. Anch’io sono del parere – ha aggiunto il presidente Talarico –  come ha sostenuto ieri a Milano  il presidente di Libera  don Ciotti, che il Paese abbia un bisogno assoluto di conoscere la verità  e che occorra uno sforzo di tutti, ad incominciare dalle istituzioni nazionali e locali, affinché i giovani cui la mafia rivolge i suoi messaggi più corruttivi non siano lasciati soli. Allo sforzo enorme messo in atto con successo  da un po’ di anni a questa parte contro la criminalità organizzata  da magistratura e forze dell’ordine, deve necessariamente seguire una rivolta della società civile, proprio perché le mafie sono anzitutto un cancro della società ed un ostacolo per la democrazia e la crescita economica e sociale”.